Il richiamo per chi ha fatto AstraZeneca: caos in Italia

The Wam ECONOMIA

5 ' di lettura. Il richiamo per chi ha fatto AstraZeneca è fonte di dubbi e incertezze per 900mila italiani.

La solita vaghezza sugli effetti del vaccino. Cosa prescrive il Cts rispetto al vaccino Johnson e Johnson?

Il richiamo per chi ha fatto AstraZeneca e gli errori del Cts. Il richiamo per chi ha fatto AstraZeneca non dovrebbe essere un problema.

Caos anche per Johnson e Johnson. Le Regioni vanno alla rinfusa anche sul vaccino monodose Johnson e Johnson. (The Wam)

Ne parlano anche altri media

Risultati non entusiasmanti nella quattro giorni Pfizer promossa dalla Asl Napoli 1: un open day iniziato giovedì e in conclusione oggi a Napoli. Che l'adesione fosse tiepida si era colto sin dalle battute iniziali quando i clic sulla piattaforma regionale non hanno mai. (ilmattino.it)

Ma da ieri è finito nel tritacarne pure Johnson: la Regione, in via precauzionale, ha deciso di sospendere la somministrazione anche di questo vaccino alla popolazione under 60. AstraZeneca, atto secondo. (La Stampa)

Vaccino, ora è possibile spostare l'appuntamento anche per il richiamo di Alessandro di Maria. Non solo la prima dose, la Regione consente adesso di cambiare data, anticipando o posticipando, anche per la seconda somministrazione (La Repubblica Firenze.it)

Il suo uso verrà destinato soltanto agli over 60 perché «è mutato lo scenario epidemiologico», cioè la circolazione del virus è già diminuita enormemente grazie alla campagna vaccinale. Stop all’utilizzo di AstraZeneca per gli under 60. (Corriere della Sera)

Dopo lo stop ad Astrazeneca per gli under60 la Regione mira comunque a confermare tute le prenotazioni, anche se la raccomandazione del Cts per 'tagliare' Az ai giovani può portare a difficoltà della disponibilità degli altri due sieri a mRna. (BolognaToday)

Restano invece invariate le date delle seconde dosi per i soggetti con età inferiore ai 60 anni ai quali sarà somministrato vaccino Pfizer o Moderna. (da Bitonto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr