Trattato del Quirinale, Draghi chiede a Macron uno «scambio» ai Consigli dei ministri

Trattato del Quirinale, Draghi chiede a Macron uno «scambio» ai Consigli dei ministri
Corriere della Sera INTERNO

Il presidente del Consiglio prima ancora che Macron atterrasse a Roma ha chiesto un articolo in più.

Eppure proprio la richiesta al fotofinish di Mario Draghi fotografa l’ampiezza e la profondità del Trattato.

Una volta a trimestre, e in alternanza, un ministro italiano partecipa al Consiglio dei ministri francese e viceversa.

I prossimi mesi per il presidente francese saranno decisivi, a gennaio si apre il semestre europeo che presiede Parigi, potrebbe chiudersi senza più Macron all’Eliseo. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Vista - “Diamo il via a nuove forme di cooperazione in ambito energetico e tecnologico, nella ricerca e nell'innovazione. Courtesy Palazzo Chigi Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Il Trattato del Quirinale tra interessi nazionali e ambizioni europee

Il trattato istituisce meccanismi stabili di consultazioni a livello politico, diplomatico e tecnico alla vigilia di importanti scadenze europee ed internazionali. La firma del Trattato del Quirinale da parte dei presidenti Mario Draghi e Emmanuel Macron sancisce il nuovo corso delle relazioni italo-francesi. (Domani)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr