Nuova variante Covid fa paura anche ai mercati: le Borse affondano

La Sicilia ECONOMIA

Molto male anche Banco Bpm e Intesa, che hanno lasciato sul terreno rispettivamente il 5,8% e il 5,7%

"Black Friday" anche per i mercati, in una giornata in questo caso pessima che non ha risparmiato Borse e criptovalute.

La paura è nata dalla nuova variante Covid sudafricana e, complici i listini azionari ai massimi, lo scivolone dei prezzi dell’energia sui timori di un freno alla ripresa ha fatto scattare vendite con poco controllo. (La Sicilia)

Su altre fonti

Francia e Italia consolidano la loro vicinanza, e i loro legami, da oggi siamo ancora più vicini. Il ministro sudafricano della Salute ha definito «ingiustificata la reazione dei paesi europei alla nuova variante». (Italia Oggi)

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. (Borsa Italiana)

La variante sudafricana spaventa i mercati. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha terminato in ribasso del 4,60% a 25.852 punti: ai minimi della durissima giornata sui mercati. I mercati azionari europei chiudono tutti pesantemente negativi per la nuova variante Covid e il collasso dei prezzi dell’energia. (Il Secolo d'Italia)

Dobbiamo recuperare il nostro essere speciali e l’equilibrio, la determinazione. Dobbiamo far capire che siamo ancora una volta pronti a dimostrare che siamo campioni non solo d’Europa, ma anche di vita per aver messo insieme l’energie di una famiglia che ha regalato un risultato straordinario, non vorrei macchiare questo percorso di questi ragazzi” (Calcio In Pillole)

In crisi anche Wall Street: il Dow Jones perde il 2,70% a 34.860,75 punti, il Nasdaq l’1,68% a 15.576,55 punti, lo S&P 500 il 2,04% a 4.605,33 punti. A Piazza Affari brilla Diasorin, che riporta un +5,55% (Pfizer vola a Wall Street, segnando +6,8%) (Bizjournal.it - Liguria)

Gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità si riuniscono oggi per decidere se la nuova variante sia “di interesse” o (peggio) “di preoccupazione”, ma mettono già in guardia: per capirlo occorreranno settimane. (ISPI)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr