Brexit: gli Stati membri UE fissano un fondo di 5 miliardi per mitigare l'impatto dell'uscita del Regno Unito - PRIMAPRESS.IT

Brexit: gli Stati membri UE fissano un fondo di 5 miliardi per mitigare l'impatto dell'uscita del Regno Unito - PRIMAPRESS.IT
PrimaPress ESTERI

"La riserva mira a sostenere tutti gli Stati membri per contrastare le conseguenze negative del recesso del Regno Unito.

(PRIMAPRESS) - BRUXELLES - Gli Stati membri dell'UE hanno approvato oggi di fissare un fondo da cinque miliardi di euro per mitigare l'impatto immediato del recesso del Regno Unito dall'Unione europea.

Augusto Santos Silva, ministro degli Affari esteri del Portogallo, presidenza del Consiglio - (PRIMAPRESS)

Il fondo, noto come riserva di aggiustamento per la Brexit, si concentrerà sulle regioni, aree e settori più colpiti nell'UE e sarà utilizzato per finanziare una serie di misure come compensare le imprese per la perdita di scambi, mantenere le persone occupate e insediarsi controlli doganali nei porti. (PrimaPress)

Ne parlano anche altri media

“Oggi – ha dichiarato Ana Paula Zacarias, Sottosegretaria di Stato portoghese per gli Affari europei – si apre un nuovo capitolo delle nostre relazioni con il Regno Unito. Sarà ora notificato al Regno Unito l’espletamento degli adempimenti interni dell’UE, dopo di che gli accordi e i testi che li accompagnano saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’UE prima della fine del mese. (Sardegnagol - la testata delle politiche giovanili in Sardegna)

Un iter cominciato lo scorso 24 dicembre 2020, quando i negoziatori UE e del Regno Unito avevano trovato una convergenza sull'accordo commerciale e di cooperazione che stabilisce i termini della futura cooperazione UE-Regno Unito. (Studio Cataldi)

Con l'approvazione, ieri, da parte del Parlamento europeo, l'accordo col Regno Unito sulla Brexit entra definitivamente in vigore, dopo il voto scontato del Consiglio previsto per domani. Ma se l'approvazione era scontata, numerosi sono gli interrogativi e i temi sollevati dall'Europarlamento, con la risoluzione 28 aprile n. (Milano Finanza)

Libero scambio col Regno Unito - ItaliaOggi.it

Il 24 dicembre 2020, i negoziatori dell’UE e del Regno Unito hanno concordato l’accordo commerciale e di cooperazione che stabilisce i termini della futura cooperazione UE-Regno Unito sul libero scambio, senza quote e tariffe in settori quali la pesca, l’energia e la sicurezza interna, e le norme sulla concorrenza leale. (lextra.news)

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi (Borsa Italiana)

Con l'approvazione, ieri, da parte del Parlamento europeo, l'accordo col Regno Unito sulla Brexit entra definitivamente in vigore, dopo il voto scontato del Consiglio previsto per domani. L'emiciclo europeo, senza mezzi termini, definisce la Brexit un «errore storico» e ricorda che, in quanto paese terzo rispetto all'Ue, il Regno Unito non può godere degli stessi vantaggi che spettano a uno stato membro dell'unione doganale. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr