FACEBOOK: RUBATI i DATI di 35 milioni di ITALIANI iscritti al SOCIAL NETWORK, colpa di un HACKER. I Dettagli

FACEBOOK: RUBATI i DATI di 35 milioni di ITALIANI iscritti al SOCIAL NETWORK, colpa di un HACKER. I Dettagli
iLMeteo.it SCIENZA E TECNOLOGIA

i DATI di 35 milioni di ITALIANI iscritti al SOCIAL NETWORK, colpa di un HACKER.

I Dettagli. Rubati i DATI di 35 milioni di ITALIANILa sicurezza dei nostri dati, soprattutto di quelli di 533 milioni di persone iscritte a Facebook, è minacciata.

Un archivio sterminato di contenuti è stato pubblicato online su un forum dedicato alle attività di hacking ed è disponibile gratuitamente per chiunque sappia dove trovarlo. (iLMeteo.it)

Su altri media

I numeri di telefono e i dati fanno nome a 533 milioni di account provenienti da 106 paesi diversi. Un tale evento potrebbe essere il segnale che un criminale si è impossessato del nostro numero di telefono per usarlo a scopo fraudolento (Tuttosport)

Il timing della conversazione è importante per capire che Facebook non dice il vero quando parla di aver scovato il problema solo nel 2019, come ha giustamente fatto notare Ceukelaire. Insomma, un mix di informazioni che ognuno di noi fa di tutto per tutelare da occhi indiscreti e che invece Facebook si è lasciato sfuggire di mano. (TuttoAndroid.net)

In secondo luogo si consiglia di cambiare il numero di telefono associato a Facebook per la verifica a due fattori. Potrebbe essere stato clonato oppure utilizzato per l’invio di possibili truffe, quindi meglio prestare la massima attenzione (iLMeteo.it)

Facebook ha dovuto pubblicare una rettifica sulla gratuità dei suoi servizi

L’Autorità suggerisce inoltre alcuni rimedi per limitare i problemi che possono derivare dal furto e dalla diffusione online delle informazioni personali. Insomma, un vero e proprio vandemecum per evitare spiacevoli sorprese, nei limiti del possibile. (Webnews.it)

Le informazioni includevano numeri di telefono, ID Facebook, nomi completi, luoghi, date di nascita, biografie del profilo e, in alcuni casi, gli indirizzi e-mail degli utenti L'esperto ha definito la fuga di informazioni personali "un'enorme violazione della fiducia" per "un'azienda rispettabile" come Facebook, insistendo sul fatto che tutta la situazione "dovrebbe essere gestita di conseguenza". (Sputnik Italia)

Gli utenti italiani in questi giorni stanno visualizzando un nuovo banner: è l'ultimo capitolo di uno scontro tra Menlo Park e l'Agcm iniziato nel 2018. Questa ulteriore sanzione è arrivata perché Facebook avrebbe dovuto avvisare i suoi utenti italiani entro il 15 dicembre 2020. (Wired.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr