FIGC, un weekend di silenzio social contro gli abusi online

FIGC, un weekend di silenzio social contro gli abusi online
CIP INTERNO

La FIGC aderisce alla campagna black out social media lanciata dalla Federcalcio inglese e dalla Premier League, a cui ha aderito anche la UEFA.

Per l’importanza che il calcio ricopre nella nostra società, è opportuno che ci si assuma tutti la responsabilità di inviare messaggi positivi, di contrasto netto agli odiatori di professione.

A partire da domani alle 15 fino alle 23.59 di lunedì, i social saranno muti. (CIP)

Su altre fonti

Anche il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha offerto il suo sostegno all’iniziativa: “Ci sono stati abusi sia in campo che sui social Venerdì la UEFA prenderà parte al boicottaggio dei social unendosi alla Premier League e alla Federcalcio inglese. (CIP)

Don Giuseppe Rugolo: si era da poco trasferito a Comacchio (Ferrara) Così don Giuseppe Rugolo, 40 anni, è stato arrestato, a Ferrara, dove ora è ai domiciliari. Fatti che si accompagnano ad altri abusi, nei confronti di due minori, quando don Rugolo si vestiva da prete (Liberoquotidiano.it)

Il collegio presieduto da Wilma Angela Mazzara ha, quindi, rinviato il processo al 30 giugno per sentire gli ultimi testi del pm. Gli abusi sarebbero avvenuti anche in presenza dei tre nipoti in tenera età o con la minaccia della pistola. (AgrigentoNotizie)

Abusi sessuali su giovani ragazze, il medico non risponde alle domande del giudice

Il gip di Gela ha riconosciuto la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza. Custodia cautelare in carcere a carico di un uomo della provincia di Caltanissetta, accusato di violenza sessuale continuata e aggravata ai danni della figlia tredicenne. (Gazzetta del Sud - Edizione Sicilia)

Nella mattinata del 26 Aprile 2021, il NAS Carabinieri di Latina, a conclusione di un’attività d’indagine denominata “dark card” – coordinata dal Procuratore aggiunto dott. (FondiNotizie.net)

Nei confronti di tre ragazze inoltre è inoltre accusato di molestie e violenza sessuale, con l'aggravante di aver agito simulando la sua qualità di medico. A carico del professionista, che in realtà era stato radiato dall’albo nel 2002, il gip del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone ha disposto la libertà vigilata per un anno al termine di una serie di accertamenti partiti dopo alcune denunce presentate in Procura dai genitori di alcune ragazze per presunte molestie e abusi sessuali posti in essere dal medico nei confronti delle figlie, due ragazze di 17 anni e una di 18. (LatinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr