Le regole europee per il blocco all'esportazione dei vaccini

La Repubblica ECONOMIA

Il primo, ovvio, è garantire l’immunizzazione dei cittadini Ue.

Proteggere la salute dei nostri cittadini resta la nostra priorità e dobbiamo mettere in campo le misure per assicurarla”

Il blocco all’export di vaccini è lo strumento messo sul tavolo da Ursula von der Leyen per spingere le multinazionali a rispettare gli accordi con Bruxelles.

Inoltre vengono garantite le consegne a trenta stati confinanti o comunque “amici” della Ue: dal Vaticano a Israele, dall’Armenia alla Tunisia (La Repubblica)

Su altri giornali

Finora, però, sono state somministrate solo 480mila dosi del vaccino di AstraZeneca, il 31,9% di quelle ricevute (ovvero 1.512.000) in foto: Il vaccino AstraZeneca. Niente più scorte dei vaccini di AstraZeneca. (Fanpage.it)

"Il 26 febbraio l’Italia ha inviato la proposta di decisione di non autorizzazione alla Commissione europea che ha l'ultima parola, come previsto dal regolamento" La commissione aveva il potere di opporsi alla decisione italiana e non l'ha fatto, hanno spiegato alcuni funzionari italiani al Ft che fanno notare come non sia stata una decisione unilaterale italiana. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

SALUTE AstraZeneca, il colosso farmaceutico che sta sperimentando il vaccino. Ieri sono arrivati nuovi elementi dall'Inghilterra sull'efficacia del vaccino anche sugli over 65 che si aggiungono a quelli giunti nei giorni scorsi dalla Scozia. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr