Il corridoio di Suwalki possibile innesco. Così si rischia una guerra con la Nato

Il corridoio di Suwalki possibile innesco. Così si rischia una guerra con la Nato
ilGiornale.it INTERNO

Le ragioni sono scritte nell'articolo 5 del Trattato Nato che impone la reciproca difesa.

Ovviamente c'è da chiedersi se la Russia, impegnata in una complessa offensiva in Ucraina, abbia l'interesse rischiare un conflitto mondiale.

Ma per quello stesso porto Russia e Nato rischiano, 87 anni dopo, di combattere una nuova guerra mondiale

L'enclave russa di Kaliningrad costituisce per la Russia un'irrinunciabile postazione strategica per tre motivi strategici. (ilGiornale.it)

Su altri media

(askanews) – La risposta di Mosca al divieto lituano di transito delle merci sanzionato dall’Unione Europea nell’enclave russa di Kaliningrad non sarà esclusivamente diplomatica, ma di natura pratica. (Agenzia askanews)

Se i Paesi rivieraschi imporranno il blocco al transito o ispezioni obbligatorie alle navi russe, che cosa potrà fare Mosca? Insomma, un Paese di grandi scacchisti, com’è la Russia, a forza di mosse sbagliate si trova col re sotto scacco (Difesa Online)

Per Mosca l’enclave sul Baltico è vitale, strategicamente il porto per la flotta è più importante di San Pietroburgo. "Vilnius non ha imposto sanzioni unilaterali", dichiara l’incaricato d’affari lituani a Roma, Valdemaras Juozaitis, "applichiamo le sanzioni decise dall´Unione Europea. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Kaliningrad: cos’è l’exclave russa e cosa può succedere con il blocco delle merci dalla Lituania

(LaPresse) – I controlli che la Lituania dovrà fare sul transito stradale e ferroviario “sono mirati, proporzionati ed efficaci, e si baseranno su una gestione intelligente del rischio, per evitare l’evasione delle sanzioni pur consentendo il libero transito”. (LAPRESSE)

Una situazione che il ministero della Difesa estone considera molto grave Zakharova non ha approfondito la natura delle misure pratiche che la Russia intende adottare contro la Lituania. (Adnkronos)

di Andrea Marinelli. La Lituania ha vietato il traffico ferroviario sul suo territorio di beni soggetti alle sanzioni internazionali contro la Russia. Come ha spiegato Marco Imarisio sul Corriere, si tratta di una «misura che in maniera non dichiarata paralizza il traffico di Mosca verso la regione di Kaliningrad». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr