Kkr vuole il 100% di TIM, ma l'offerta non soddisfa Vivendi

Kkr vuole il 100% di TIM, ma l'offerta non soddisfa Vivendi
TuttoTech.net ECONOMIA

L’offerta di Kkr per il 100% di TIM. Descritta come una “offerta amichevole“, quella del fondo statunitense Kkr per rilevare il 100% di TIM è altresì finalizzata al delisting (uscita dalla borsa).

Nella giornata di ieri, il fondo statunitense Kkr (Kohlberg Kravis Roberts) ha messo sul tavolo di TIM una manifestazione di interesse non vincolante e indicativa finalizzata ad un’offerta pubblica di acquisto sul 100% delle azioni. (TuttoTech.net)

Ne parlano anche altri media

Se vince Kkr. E’ probabile che l’offerta di Kkr, con scorporo della rete, abbia successo. Così, prima dell’offerta di Kkr, in 5 anni il titolo Tim aveva perso il 64 per cento rispetto all’indice delle borse europee, il doppio del settore (Domani)

La partita va inserita in quella transizione digitale ritenuta fondamentale dal Next Generation Eu che ci permetterà di ricevere 205 miliardi. Il vicedirettore del Corriere Daniele Manca spiega il significato e i prossimi passi dell’operazione Tim-Kkr. (Corriere TV)

L’arrivo di KKR potrebbe quindi dar vita alla creazione di uno speciale comitato del governo per predisporre il destino del Gruppo. Balzo in Borsa del titolo TIM a seguito dell’offerta KKR finalizzata a una OPA amichevole a 0,505 euro per azione. (Finanzaonline.com)

Alfonso Fuggetta: "Tim a KKR? L'importante è che chi gestirà la rete sia davvero indipendente"

REUTERS/Yara Nardi. MILANO (Reuters) - Asati, associazione dei piccoli azionisti di Telecom Italia (MI: ) (Tim), consiglia di mantenere le azioni del gruppo telefonico non valutate adeguatamente da Kkr, in attesa di una possibile controfferta da parte di Vivendi (PA: ) e della posizione del governo italiano, attraverso la Cdp. (Investing.com)

KKR è già presente nel mercato italiano con FiberCop, l’azienda che detiene la rete in fibra ottica di Tim e che vede il co-investimento anche di Fastweb e Iliad. (UpGo.news)

Quella di Open Fiber è una rete tutta in fibra e che quindi ha una topologia pensata esclusivamente per la fibra. Il tema è come i gestori della rete - visto che al momento ne abbiamo due, Tim e Open Fiber - si collocano rispetto agli operatori retail. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr