Registri elettronici Axios oscurati, gli hacker chiedono il riscatto in cambio dei dati

Registri elettronici Axios oscurati, gli hacker chiedono il riscatto in cambio dei dati
Altri dettagli:
Tecnica della Scuola INTERNO

Presentata la denuncia alla Polizia. Axios Italia, la società informatica che fornisce il servizio a circa il 40% degli istituti scolastici italiani, ha quindi presentato formale denuncia alla Polizia postale citando anche la richiesta degli hacker.

La soluzione alternativa quasi pronta. Da qui, la richiesta di pagamento del riscatto per ripristinare il doppio servizio.

Axios, però, avrebbe trovato la strada per riattivare il servizio: “stiamo completando le attività di ripristino dell’infrastruttura ed i test per le verifiche di sicurezza

Diventa un vero e proprio caso di hackeraggio la vicenda del black out dei registri elettronici di oltre 3 mila scuole gestiti da Axios Italia e dovuti ad un accertato “attacco ransomware” sferrato alla vigilia di Pasqua. (Tecnica della Scuola)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nell’avviso pubblicato ieri alle ore 8 si parlava di ‘rendere disponibili i servizi‘ entro la mattinata di oggi, 8 aprile. (Scuolainforma)

Studenti in classe fino alla prima media ma attacco ransomweare al registro elettronico fornito dalla società italiana Axios. Ma il registro elettronico resterà comunque fuori uso ancora per alcuni giorni (Startmag Web magazine)

Da sabato mattina è iniziato il lavoro di ripristino: “Abbiamo distrutto il nostro cloud per rifare tutto di nuovo potenziando – specifica l’amministratore unico – il nostro sistema di sicurezza “Abbiamo subito un attacco hacker che ha messo fuori uso il nostro sistema di gestione del registro elettronico. (Il Fatto Quotidiano)

Vallauri sotto attacco: hackerato il registro elettronico Axios della scuola

Il registro elettronico è andato fuori uso a causa di un attacco hacker e sarà ripristinato con tutti i suoi servizi entro la mattina di domani. Da alcuni giorni non si ottiene nessuna risposta dalla piattaforma: Axios, il primo fornitore di questo tipo di servizi in Italia, ha fatto sapere di aver subito un attacco hacker. (Sky Tg24 )

Il primo consiglio per docenti e alunni è dunque quello di cambiare la password di tutti gli altri servizi online che utilizzano le stesse credenziali di accesso al registro elettronico. (Cyber Security 360)

Sono risultati disservizi al registro elettronico Axios, utilizzato anche dal Vallauri di Fossano, da sabato 3 aprile. Da sabato l’azienda è al lavoro per il ripristino delle ordinarie funzionalità, per il momento i professori hanno dovuto gestire le comunicazioni in maniera manuale (TargatoCn.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr