Milano, Blessing trovata morta soffocata in un parco a Rho: arrestato l'ex fidanzato

Milano, Blessing trovata morta soffocata in un parco a Rho: arrestato l'ex fidanzato
Approfondimenti:
leggo.it INTERNO

I carabinieri hanno arrestato un operaio ghanese di 34 anni con l'accusa di aver ucciso Tunde Blessing, la 25enne nigeriana che lo scorso 12 maggio è stata trovata senza vita in un'area verde che costeggia una strada a Mazzo di Rho, frazione di un comune dell'hinterland di Milano.

L'uomo è l'ex fidanzato della vittima che, a metà aprile, lo aveva lasciato al termine di una relazione durata poco più di un anno. (leggo.it)

Su altre testate

La denuncia di scomparsa risaliva al 7 maggio quando una sua amica si era presentata alla questura di Novara raccontando di non avere notizie della Blessing dal primo pomeriggio del 3 maggio. Il 34enne è l'ex fidanzato della vittima: lei lo aveva lasciato a metà aprile al termine di una relazione durata poco più di un anno. (L'Unione Sarda.it)

L’uomo, che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con la vittima, durata tre mesi e interrotta il mese precedente, aveva raggiunto la donna, per poi aggredirla e abbandonarla ai margini di una radura dopo averle rubato denaro e cellulari. (Adnkronos)

Pochi istanti dopo la segue il suo ex, un 34enne di orgini ghanesi, con il quale la ragazza aveva avuto una relazione per circa tre mesi. L’uomo, che non si rassegnava alla separazione, l’ha strangolata con un elastico per poi abbandonarla nel prato, dopo averle rubato soldi e telefono. (Corriere TV)

Arrestato un uomo di 34 anni per l'omicidio a Rho di Tunde Blessing

Non si rassegnava per quella relazione troncata e più riallacciata, così l’ha uccisa lasciando il corpo a Rho. Le manette ai polsi dell’uomo sono scattate alle prime luci dell’alba di oggi per dare esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pubblico ministero e firmata dal Gip di Milano: l’hanno eseguita i carabinieri del comando provinciale di Milano. (varesenews.it)

Le analisi del medico legale hanno stabilito che la ragazza è morta per asfissia, strangolata da un nastro elastico di colore rosa annodato per due volte attorno al collo e alla parrucca fatta di trecce che indossava abitualmente. (IL GIORNO)

Dalle indagini e dall'esito dell’autopsia è emerso che la morte della ragazza è avvenuta già nel pomeriggio del 3 maggio, nel luogo in cui poi il corpo è stato trovato. E’ l'ex fidanzato della vittima che, a metà aprile, lo aveva lasciato al termine di una relazione durata poco più di un anno. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr