«Purtroppo aveva una componente di dipendenza da tutto ciò che era distruttivo»

Ticinonline SPORT

Era così grande per vari motivi, per esempio a causa del suo scompenso cardiaco e soprattutto a causa della malattia cardiaca con cui conviveva ormai da tempo»

Poi ecco i dettagli ancor più piccanti. «Il suo cuore è stato estratto prima della sepoltura per studiarlo, perché risulta molto importante nel determinare le cause della morte di Maradona.

A rivelare nuovi dettagli è stato il medico-giornalista Nelson Castro, autore del libro intitolato "La salute di Diego: la vera storia". (Ticinonline)

Se ne è parlato anche su altre testate

Rientrato a Tigre a osservare un lungo periodo di convalescenza dopo l'intervento, Maradona muore improvvisamente per un edema polmonare acuto conseguente a un'insufficienza cardiaca. Nato il 30 ottobre 1960 a Lanus, Diego Armando Maradona è ritenuto a oggi uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, se non proprio il più grande. (TUTTO mercato WEB)

Secondo il Medico, Maradona era “dipendente da tutto: droghe, alcol, tabacco, sesso, qualunque cosa”. Alvarez entrò in Argentina a 16 anni e se ne andò a 17″ (Il Primato Nazionale)

Secondo la perizia sul corpo, invece, Maradona sarebbe morto tra le ore 4.00 e le 6.00 del 25 novembre. LEGGI: Maradona, non solo Giannina quanti figli ha e chi sono. (Contra-Ataque)

Questa l’indiscrezione che ha fatto scalpore nei giorni scorsi, di quotidiano in quotidiano e di tweet in tweet. L’organo è stato estratto durante l’autopsia per ulteriori studi: una procedura spesso applicata quando le ragioni della morte non sono chiare. (IlNapolista)

Un’operazione portata a termine con una serie di precauzioni perché sui social si stava pianificando un attacco con l’obiettivo di rubare il cuore di Maradona e tenerlo come trofeo Così il 2 dicembre 2020, a una settimana esatta dalla morte di Maradona, cuore, fegato e reni sono stati trasferiti al Dipartimento di Anatomia Patologica della Soprintendenza scientifica della Polizia della provincia di Buenos Aires. (La Gazzetta dello Sport)

I funerali si sono tenuti due giorni dopo, e Maradona è stato sepolto accanto ai genitori nel cimitero Jardin Bella Vista di Buenos Aires Dopo la sua morte il feretro è stato esposto in una camera ardente allestita all’interno della Casa Rosada a Buenos Aires, dove migliaia di persone si sono messe in coda per tributare l’ultimo saluto al campione argentino. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr