Pesca di frodo, oltre 16mila euro di sanzione

Tarantini Time ECONOMIA

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Marina di Ginosa, durante l’ordinario servizio di istituto lungo la costa jonica, in località Torre Mattoni a Marina di Ginosa, hanno sorpreso una persona, in acque poco profonde, intenta nella frenetica attività di raccolta di molluschi bivalve della specie “tellina” (Donax trunculus) per mezzo di un rastrello. Dalle […]

(Tarantini Time)

La notizia riportata su altri media

EcoScope svilupperà diversi strumenti, disponibili attraverso un unico portale pubblico, per promuovere un approccio efficiente e basato su un approccio ecosistemico per la gestione della pesca e ottenere così la massima e continua partecipazione degli stakeholder. (pesceinrete.com)

Nell’ambito dei piani operativi, rispetto alle diverse aree di collaborazione, la convenzione prevede la possibilità di selezionare specifici settori di presidio, con una decisione congiunta tra le parti La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, ha approvato uno schema di convenzione triennale (2021-2023) col ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali per l’impiego su tutto il territorio lombardo delle unità dei Carabinieri forestali, nell’ambito delle materie di competenza regionale. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

E per raggiungere questo obiettivo è stato realizzato uno studio di fattibilità, promosso dall’amministrazione comunale e redatto dalla società Energypie, per la creazione di Comunità energetiche (CER), ossìa gruppi di utenti collegati ad una stessa cabina (enti pubblici, cittadini, piccole medie imprese) che attivano forme di collaborazione per la produzione, il consumo e la gestione di energia derivanti da fonti rinnovabili. (il Resto del Carlino)

Stop alla collaborazione per i problemi economici della società cinese. (HelpMeTech)

Terre agricole che sono invece l’obiettivo dei grandi gruppi internazionali che vogliono fare business sulle energie rinnovabili, massimizzando i profitti e distruggendo aree fertili strappate a prezzi bassi Dobbiamo, quindi, accelerare l’approvazione della legge che ponga fine a questa che appare sempre un vero e proprio scellerato “attacco alla diligenza” delle aree coltivate. (il Resto del Carlino)

“È comunque nostro obiettivo, comunque, anticipa Lizza – installare i pannelli fotovoltaici su altri edifici pubblici, per dare continuità al complesso di politiche ambientali che il Comune sta perseguendo ormai da vent’anni anche attraverso comportamenti virtuosi che hanno portato al riconoscimento delle certificazioni ambientali: la “Iso 14001”, ottenuta per la prima volta nel 2010, e la “Emas”, acquisita dal 2017”. (Gazzetta della Spezia e Provincia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr