Dieselgate: Volkswagen paga indennizzo da 226 mln in Gb LONDRA

RagusaNews ECONOMIA

I proprietari di veicoli diesel del gruppo tedesco, comprendenti modelli di VW, Audi, Seat e Skoda, avevano intrapreso sette anni fa un'azione legale dopo le rivelazioni riguardanti lo scandalo dei test sulle emissioni

olkswagen ha accettato di pagare 193 milioni di sterline (226 milioni di euro) a più di 90.000 automobilisti britannici per chiudere il contenzioso legale nel Regno Unito sul 'dieselgate'. (RagusaNews)

Su altri giornali

FCA ha precedentemente risolto le relative accuse civili negando di aver deliberatamente tentato di imbrogliare i test sulle emissioni L’anno scorso, il Dipartimento di Giustizia ha rivelato le accuse contro altri due dipendenti di FCA nella presunta frode sulle emissioni. (ClubAlfa.it)

La causa era stata promossa cinque anni fa dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, relativamente alle emissioni di oltre 100 mila veicoli diesel. Negli Stati Uniti Stellantis, società formatasi dalla fusione tra FCA e PSA, ha raggiunto un accordo relativamente alla causa penale sulle emissioni diesel. (FormulaPassion.it)

I PROCEDIMENTI PENALI - Dopo il patteggiamento della causa civile e la sua colossale transazione, la Stellantis dovrebbe chiudere definitivamente la vicenda anche sul fronte penale, versando al dipartimento di giustizia degli Stati Uniti 300 milioni di dollari (AlVolante)

Il Gruppo Volkswagen ha trovato un accordo con oltre 90 mila automobilisti del Regno Unito per il pagamento di un indennizzo nell'ambito del ben noto scandalo del dieselgate. Secondo quanto emerso, sarebbero 1,2 milioni le vetture del Gruppo Volkswagen presenti nel Regno Unito ad essere dotate del software che andava a manipolare le emissioni (HDmotori)

Il patteggiamento, negoziato con i funzionari del dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti dovrebbe essere reso noto la prossima settimana, anche se i tempi potrebbero slittare I circa 100 mila veicoli al centro dell'indagine sono Ram e Jeep venduti negli Usa dal 2014 al 2016. (La Gazzetta dello Sport)

Il patteggiamento segue l’analoga transazione raggiunta in sede civile a inizio 2019: il costruttore, il dipartimento e altre istituzioni statunitensi hanno trovato un accordo per chiudere la causa in cambio del pagamento di 800 milioni di dollari, ma senza nessuna ammissione di colpevolezza. (Quattroruote)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr