«Eitan rapito», portato in Israele dal nonno il bambino sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. La procura di Pavia apre inchiesta per sequestro di persona

«Eitan rapito», portato in Israele dal nonno il bambino sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. La procura di Pavia apre inchiesta per sequestro di persona
ilgazzettino.it INTERNO

Il piccolo che i nonni materni hanno portato in Israele sarebbe stato sottratto alla zia Aya che ne è anche tutrice legale.

CRONACA Funivia Mottarone, legale della famiglia di Eitan: «Quanto. TORINO Mottarone, altri 11 indagati per l'incidente alla funivia che ha. MOTTARONE Funivia Mottarone, le immagini del momento della caduta della cabina.

Il giornale israeliano descrive nei particolari come il nonno abbia portato con sé il piccolo Eitan: insieme hanno lasciato la casa della zia stamani senza rincasare in serata

Il piccolo Eitan, il bambino di 6 anni unico sopravvissuto della sua famiglia alla tragedia della funivia del Mottarone, sarebbe stato portato in Israele dal nonno. (ilgazzettino.it)

La notizia riportata su altri giornali

Aya Biran ricostruisce la giornata di sabato dell'unico sopravvissuto alla strage del Mottarone. “Ma Eitan non è tornato a casa. (LaPresse)

È uscito dalla casa della zia per fare un giro pomeridiano con il nonno, e non è più tornato. Come confermato dalla polizia pavese, per motivi ancora da verificare, il nonno era in possesso del passaporto del bambino. (Ticinonline)

Esiste solo un nonno stupendo e una famiglia stupenda a cui sono stati negati ‘rapporti significativi’, come richiesto dal giudice”. Milano, 13 set. (LaPresse)

Tragedia del Mottarone, la zia in Israele: "Non abbiamo rapito Eitan, non avevamo scelta"

«Ho letto questa mattina della notizia, mi dispiace per il bambino che già aveva subito un trauma tremendo», ha concluso la vicina A dirlo è una vicina di casa degli zii paterni a cui era stato affidato il piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone, che ieri è stato portato in Israele dal nonno materno. (Gazzetta del Sud)

“Non abbiamo rapito Eitan e non useremo quella parola, l’abbiamo portato a casa” si difende Gali Peleg, zia materna dell’unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. Con la prospettiva, però, che il rientro in Italia di Eitan possa essere molto complicato. (Il Fatto Quotidiano)

Gali Peleg ha poi detto che la custodia alla zia paterna "risulta irregolare" Lo abbiamo riportato a casa, così come i genitori volevano per lui". (Trentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr