Disordini e saccheggi «istigati, pianificati e coordinati»

Ticinonline ESTERI

Almeno 117 persone sono morte, alcune colpite con arma da fuoco e altre uccise nella calca dei saccheggi, e 2203 sono state arrestate.

Siamo sulle loro tracce, ne abbiamo identificato un buon numero e non permetteremo all'anarchia e al caos di svilupparsi nel nostro paese».

Il governo ha detto che uno dei sospetti istigatori è stato arrestato, mentre 11 sono sotto osservazione

l presidente del Sudafrica Cyril Ramaphosa ha dichiarato oggi che i disordini e i saccheggi che sconvolgono il paese dalla scorsa settimana sono stati pianificati. (Ticinonline)

Su altre fonti

Hanno provocato almeno 212 morti le violenze che scuotono il Sudafrica da quasi una settimana: lo ha annunciato oggi il governo, rivedendo al rialzo il bilancio di 117 morti annunciato ieri. (RagusaNews)

Le proteste sono scoppiate lo scorso 9 luglio a seguito dell'arresto dell'ex presidente Jacob Zuma, condannato a 15 mesi di carcere per oltraggio alla corte. (tvsvizzera.it)

– JOHANNESBURG, 16 LUG – Hanno provocato almeno 212 morti le violenze che scuotono il Sudafrica da quasi una settimana: lo ha annunciato oggi il governo, rivedendo al rialzo il bilancio di 117 morti annunciato ieri. (la voce d'italia)

Parlando alla stampa, sullo sfondo di una massiccia presenza militare e di polizia, Ramaphosa ha anche ammesso che avrebbero dovuto agire “più velocemente” di fronte all’ondata di vandalismo scattata dopo l’incarcerazione dell’ex presidente sudafricano Zuma. (EOS Sistemi avanzati scrl)

(mi-lorenteggio. La logica è infatti quella di lavorare in sintonia per mettere a sistema tutte le leve di marketing che concorrono allo sviluppo del settore turistico” (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Nell'agglomerato di Johannesburg sono stati registrati altri sei decessi, portando il totale a 32, mentre nella provincia di Kwazulu-Natal (Est) – dove sono iniziate le violenze – al precedente bilancio di vittime si sono aggiunti altri 89 morti, portandolo a 180, ha precisato una ministra, Khumbudzo Ntshavheni, in una conferenza stampa. (Bluewin)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr