In pensione a 62 o 63 anni ma non per tutti: l’ultima novità allo studio

In pensione a 62 o 63 anni ma non per tutti: l’ultima novità allo studio
Wall Street Italia ESTERI

Si ricorda che ai fini del conseguimento della pensione Quota 100 è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente.

I soggetti possono richiedere la pensione Quota 100 se in possesso, nel periodo compreso tra il 2019 e il 2021, di un’età anagrafica non inferiore a 62 anni e di un’anzianità contributiva non inferiore a 38 anni.

Uscita dal mondo del lavoro a 62 o 63 anni, in aggiunta all’Ape sociale rafforzata, seppure in versione selettiva. (Wall Street Italia)

Su altri media

Come noto, la data bancabile del pagamento pensioni 2022 è il primo giorno lavorativo del mese. Pensioni 2022, quando saranno pagate. Il calendario del pagamento delle pensioni 2022 è quindi il seguente, tenuto conto delle festività. (InvestireOggi.it)

RIFORMA PENSIONI, LA RICHIESTA ANIEF. Marcello Pacifico, Presidente nazionale dell’Anief, intervistato da orizzontescuola.it, ricorda che gli stipendi dei docenti italiani “a fine carriera sono la metà di quelli di Paesi come la Germania, sono sotto la media europea. (Il Sussidiario.net)

Il 2022 sembra essere un anno rebus per chi deve andare in pensione: quando mancano meno di tre mesi alla fine di Quota 100, il dibattito sulla riforma delle pensioni sembra essere ancora lontano dalla conclusione. (Money.it)

Pensione, c’è la svolta: a 62 anni e con più soldi di prima

65/2015) secondo cui il «coefficiente di rivalutazione del montante contributivo come determinato adottando il tasso annuo di capitalizzazione non può essere inferiore a uno, salvo recupero da effettuare sulle rivalutazioni successive» Nello specifico il tasso medio annuo composto di variazione del prodotto interno lordo nominale, nei cinque anni precedenti il 2021, è risultato pari a -0,000215 e, pertanto, il coefficiente di rivalutazione è pari a 0,999785. (Pensioni Oggi)

Insomma la partita sulle pensioni sarà abbastanza dura Il monito dell'Fmi. Parole abbastanza chiare che tagliano fuori dalla partita per il futuro del sistema previdenziale gli strumenti che assicurano un'uscita anticipata dal lavoro. (il Giornale)

In molti si stanno domandando in questi giorni se ci sarà ancora la pensione a 62 anni, anche senza la Quota 100 nel 2022. L’intento è di andare in pensione ancora a 62 anni e con 35 anni di contributi. (LettoQuotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr