Ecco le notizie (non buone) che arrivano da Eurogruppo ed Ecofin - Startmag

Startmag Web magazine ECONOMIA

Partendo dal Mes, come riferito sabato, il fatto che Francia, Italia e Germania non abbiano ratificato non appare affatto casuale.

Date queste premesse, la lezione per il futuro è quella di… rifare esattamente gli stessi errori del passato.

Giusto per offrire la misura della distanza delle posizioni e delle difficoltà che emergeranno nel secondo semestre, quando il dibattito entrerà nel vivo.

L’unica (enorme) differenza è che questa volta non potranno essere ignorati, perché il PNRR è un’arma di ricatto molto convincente

Il punto di Giuseppe Liturri. (Startmag Web magazine)

La notizia riportata su altri giornali

Ha poi aggiunto che “il Mes è importante per la resilienza economica dell’Ue” e sul caso italiano, ha precisato: “non c’è ragione di essere scontenti, sarà un’amichevole promemoria”. A questo punto entrerebbe in campo il Mes che, in quote annuali, arriverebbe a comprare titoli pari al 20/25% del PIL dell’eurozona. (Startmag Web magazine)

La vicenda svela le ipocrisie e le balle raccontante agli italiani dai politici. Anzi, per dirla con le parole degli esponenti di Italia Viva, “il MES ora è Draghi”. (InvestireOggi.it)

L’incontro – a cui seguirà domani l’Ecofin – sarà caratterizzato dall’esordio di ben quattro ministri (Germania, Olanda, Austria e Lussemburgo). Sulla spinta del caro-energia, ii prezzi al consumo nell’Eurozona hanno fatto registrare a dicembre un incremento del 5% (stima non ancora definitiva), il livello più alto degli ultimi 25 anni. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Nell’eventualità in cui il Fondo di risoluzione unico - che è finanziato dagli stessi istituti di credito europeo - venisse ad esaurimento, le risorse mancanti potrebbero arrivare proprio dal Mes C’è un aspetto del nuovo Trattato che merita attenzione: la possibilità di intervento in caso di crisi bancarie. (La Stampa)

All'appello mancano anche Germania, Francia e Portogallo. "Ci serve un percorso di riduzione del debito credibile ma che sia anche realistico e in grado di sostenere la ripresa economica e le transizioni verde e digitale. (Teleborsa)

E non è escluso che il passaggio parlamentare possa registrare una nuova levata di scudi, con un redivivo asse tra Lega e M5s Il Meccanismo europeo di stabilità fornisce assistenza finanziaria ai paesi della zona euro che affrontano o rischiano gravi difficoltà finanziarie, con una capacità di prestito fino a 500 miliardi di euro. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr