Venti comuni dell'Anconetano in zona arancione da martedì: l'ordinanza di Acquaroli - CentroPagina

Venti comuni dell'Anconetano in zona arancione da martedì: l'ordinanza di Acquaroli - CentroPagina
Centropagina INTERNO

Una decisione, quella del presidente Acquaroli, concordata nel corso della videoconferenza tenutasi con la presidente Anci Marche e sindaca di Ancona Valeria Mancinelli e i primi cittadini dei comuni dell’anconetano più colpiti dalla pandemia.

Entrano in zona arancione i comuni di Ancona, Jesi, Osimo, Senigallia, Falconara Marittima, Filottrano, Staffolo, Serra de’ Conti, Polverigi, Cupramontana, Camerata Picena, Monte San Vito, Maiolati Spontini, Chiaravalle, Ostra, Loreto, Sirolo, Sassoferrato, Castelplanio e Castelfidardo (Centropagina)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (19 casi rilevati), contatti in setting domestico (17 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (39 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (10 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti in setting assistenziale (3 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). (Riviera Oggi)

Il provvedimento è stato annunciato dal presidente della Regione Francesco Acquaroli al termine del vertice con l'Anci e i sindaci dei comuni dell'anconetano maggiormente colpiti dall'escalation di contagi. (Vivere Ancona)

Un decesso anche al Marche Nord, un 68enne di Osimo. In provincia di Ancona 4 decessi. (QDM Notizie)

Il Pd sul Covid: "La Provincia di Ancona ridotta a un lazzaretto a cielo aperto dalla giunta Acquaroli

Come ci si contagia. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (19 casi rilevati), contatti in setting domestico (17 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (39 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (10 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti in setting assistenziale (3 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). (il Resto del Carlino)

Marche. Leggero rialzo per i dati delle Marche, mentre l’Rt si abbassa da 0.94 a 0.91. Analizziamo tutti i parametri di Emilia-Romagna, Marche e Veneto. (Il Resto del Carlino)

Ora si tenta di correre al riparo con nuove misure restrittive inutili e contraddittorie, che dimostrano ancora una volta tutta l’impreparazione e il pressapochismo del presidente. Purtroppo è palese che, allo stato attuale, la situazione sia completamente sfuggita di mano, e ciò non resterà senza conseguenze per la salute dei cittadini, soprattutto per quelli che rientrano nelle fasce più deboli. (Vivere Senigallia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr