Serie A, i numeri (ottimi) di Tomori

Serie A, i numeri (ottimi) di Tomori
Milan News SPORT

Fikayo Tomori è riuscito a scalare le gerarchie interne, diventando un titolare della difesa del Milan.

Perché l’inglese è un difensore roccioso, talvolta anche ruvido, ma ha una grande capacità di intervenire in modo pulito sul pallone

Sono 37, invece, i duelli vinti a fronte di appena 6 falli commessi.

I numeri sono dalla parte del centrale inglese, che in Serie A ha recuperato 36 palloni.

(Milan News)

Su altre testate

I dati confermano le qualità del giocatore: i passaggi effettuati in Serie A (383 corti e 46 lunghi) hanno una percentuale di precisione dell’86%. Numeri da centrocampista che si vanno a sommare alla velocità rivelata nella partita contro la Sampdoria (clicca qui) (MilanNews24.com)

Il giovane inglese ha effettuato 429 passaggi in Serie A (383 corti e 46 lunghi) con una percentuale di precisione dell’86%. Tomori sa far bene, benissimo il suo lavoro, ovvero difendere (nell’uno contro uno è formidabile), ma se la cava alla grande anche con il pallone tra i piedi. (Milan News)

Uno sprint che dimostra ancora una volta le qualità difensive del giocatore inglese. Più rapido di Theo Hernandez. Tomori contro la Sampdoria ha raggiunto la velocità di ben 33,53 km/h. (MilanNews24.com)

Tomori, un riscatto che s'ha da fare: il Milan ha 28 milioni di buoni motivi per puntare sull'inglese

L’allenatore milanista gli ha dato subito spazio e fiducia (ricambiata dal giovane inglese): fin qui, il difensore ha disputato 13 partite con la maglia del Milan, per la precisione 8 in Serie A, 4 in Europa League e una in Coppa Italia Un acquisto, o meglio, un prestito azzeccato. (Milan News)

Un’altra occasione persa e a poco serve consolarsi con il teorico primato nelle gare in trasferta. (Milan News)

Forte fisicamente e tecnicamente e dalla spiccata personalità: Fikayo è un difensore completo, cosa rara di questi tempi calcistici. CHAMPIONS - La qualificazione in Champions darebbe una grossa mano ai vertici di via Aldo Rossi, per questo il finale di stagione diventa ancora più importante. (Milan News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr