Coronavirus: “La scuola deve restare aperta”, voci contro le chiusure

Coronavirus: “La scuola deve restare aperta”, voci contro le chiusure
UniversoMamma UniversoMamma (Interno)

Emergenza Coronavirus: “La scuola deve restare aperta”, le voci contro le chiusure.

La scuola sta diventando terreno di scontro politico riguardo alla gestione dell’emergenza causata dalla nuova impennata di casi di Coronavirus.

Lasciare gli studenti a casa è inaccettabile se vogliamo considerare i numeri dei contagi nelle scuole.

“Se non vogliamo sacrificare la scuola – ha detto ancora Azzolina – si può lavorare per lo smart working ancora di più. (UniversoMamma)

La notizia riportata su altri giornali

Il potenziamento preventivato dal piano ministeriale è stato solo parzialmente avviato mentre mancano ancora igienisti, epidemiologi e tecnici della prevenzione. Le code e le resse alle fermate, ma non solo di studenti, De Luca non ne vuole più vedere. (Il Mattino)

La didattica frontale non funziona più» queste le parole della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ospite dell’incontro “Futuri. Servono a lavorare in gruppo e a fare didattica innovativa e diversa rispetto a quella frontale per cui gli studenti sia annoiano a morte. (Il Messaggero)

Attività di formazione professionale. hiarimento n.37 del 17 ottobre 2020, relativo alle Ordinanze regionali n.79 del 15 ottobre 2020 e n.80 del 16 ottobre 2020. (Regione Campania)

Campania: Scuole chiuse, ondata di proteste di genitori, studenti e autisiti. La lettera virale di uno studente

Un gruppo di genitori ha infatti manifestato questa mattina davanti a Palazzo Santa Lucia, sede della Giunta della Regione Campania, per protestare contro la decisione di chiudere tutte le scuole in Campania. (Professionisti Scuola Network)

Banchi a rotelle, Azzolina da mani nei capelli. Immediata l'ironia della Lega che, riprendendo il suo intervento ha ironizzato nuovamente contro la grillina che con Matteo Salvini non nutre ottimi rapporti. (Liberoquotidiano.it)

A tutto questo non ha pensato il Governatore della Campania Vincenzo De Luca quando ha sospeso fino al 30 ottobre le lezioni in presenza nelle scuole primarie e secondarie. E’ questa la domanda inevasa dal governatore De Luca; ignorarla è – spiace che Zingaretti l’abbia difeso – non vedere “la discriminazione di classe” all’epoca del coronavirus. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr