Rincari bollette, i partiti chiedono l'intervento del governo. Il ministro Cingolani: impegno per mitigarle

Rincari bollette, i partiti chiedono l'intervento del governo. Il ministro Cingolani: impegno per mitigarle
Altri dettagli:
MPS
Radionorba ECONOMIA

I rincari alle bollette di energia elettrica e gas, annunciati dal ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, preoccupano i leader dei principali partiti italiani, che chiedono al governo e al presidente del Consiglio, Mario Draghi, un intervento deciso per calmierare i prezzi.

Ci vuole un intervento del governo per ridurre una tantum gli oneri di sistema e così limitare un impatto che è una gelata sui consumi delle famiglie e sulla ripresa”. (Radionorba)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Se avessimo fatto il Green Deal 5 anni fa, non saremmo in questa situazione, perche’ saremmo meno dipendenti dalle fonti fossili e dal gas naturale” Cosi’ non e’ escluso che il tema possa arrivare gia’ sul tavolo del prossimo Consiglio dei Ministri. (Il Fatto Vesuviano)

A Quagliano, piccolo centro in provincia di Napoli, il titolare di una pizzeria è accusato di aver rubato energia elettrica per oltre sessantacinquemila euro. Energia elettrica, Cingolani annuncia la stangata: "Bollette più care del 40% (Corriere dell'Umbria)

Possiamo anche sperare che sia una bolla nel gas e nel CO2, ma non possiamo bloccare i mercati. Per cui capi e capetti delle Regioni non ti fanno fare gli accumuli e tutti sono convinti che non si può fare niente (Quotidiano del Sud)

Bollette, tutti chiedono di evitare il pesante rincaro. Costi energetici esplosi, ecco perché

Se da un lato ci si compiace per i nuovi potenziali investimenti generati dal Recovery Fund, dall’altro un salasso del genere è l’unico elemento concreto che gli italiani rilevano direttamente nei propri bilanci individuali. (Nordest24.it)

Nell’ambito di una più vasta attività di contrasto ai furti di energia elettrica, il personale del Commissariato Borgo, con l’ormai collaudata collaborazione dei tecnici di Enel Distribuzione, hanno deciso di controllare due macellerie facenti capo allo stesso titolare, nelle quali risultava un consumo energetico praticamente pari allo zero. (Tarantini Time)

Rincari legati a due fattori: i nuovi costi per abbattere l'emissioni di Co2 e l'impennata del prezzo delle forniture di gas dall'estero (TG La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr