UniCredit accelera ulteriormente al rialzo dopo piano e parole Orcel: titolo +10,8%, ma è boom anche per Mps +5%

Finanzaonline.com ECONOMIA

I ricavi netti sono attesi in crescita da oltre 16 miliardi di fine 2021 a oltre 17 miliardi.

Così il numero uno di Unicredit Orcel, nella call con i media indetta per presentare il nuovo piano.

Orcel ha precisato che le operazioni di M&A - fusione e acquisizione, mergers and acquisitions - si possono valutare se rispondono alla strategia della banca

Un vero e proprio rally, quello del titolo UniCredit che, dopo la presentazione del nuovo piano "UniCredit Unlocked" accelera ulteriormente al rialzo, scattando fino a oltre +10,8%. (Finanzaonline.com)

La notizia riportata su altri media

"- ha detto nella conferenza stampa di presentazione del piano - Abbiamo un piano che può generare tanto valore organico, questo è il punto di partenza e su cui siamo concentrati. Orcel ha sottolineato in conferenza stampa che il gruppo bancario ha una rete complicata di accordi assicurativi e sta quindi (Teleborsa)

E che preannuncia 16 miliardi ai soci, tra dividendi e buyback, entro la fine del 2024. Conti in crescita, digitalizzazione, remunerazione agli azionisti: sono i punti principali emersi dal nuovo piano industriale 2022-2024 di Unicredit, il primo del nuovo ceo di Unicredit, Andrea Orcel, che viene presentato quest’oggi al mercato. (Wall Street Italia)

Mps: Orcel, avevamo offerto soluzione, prematuro parlare di intervento sistema. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 09 dic - 'Credo sia prematuro commentare su una possibile soluzione di sistema per Mps'. (Il Sole 24 ORE)

Andrea Orcel presenta la nuova strategia dell'istituto. 'Con questa strategia - ha detto ancora Orcel - otterremo rendimenti significativamente piu' elevati e in progressiva crescita per i nostri azionisti, facendo crescere il nostro business e mantenendo una solida posizione di capitale'. (Il Sole 24 ORE)

UniCredit sta “perseguendo un modello capital-light con la sostenibilità incorporata in tutto”, ha affermato Orcel nella dichiarazione. Il fallimento delle trattative per l’acquisizione di MPS dallo Stato italiano in ottobre, lascia ad Orcel mano più libera per rimodellare il secondo più grande istituto di credito italiano. (Nicola Porro)

Linee guida, che secondo quanto commentato dallo stesso Orcel, porteranno "rendimenti significativamente più elevati e in progressiva crescita per i nostri azionisti". Dopo aver presentato le nuove linee guida, nella call con i media l'Ad Andrea Orcel è tornato a parlare di M&A. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr