Milleproroghe, emendamenti al voto in commissione. Niente modifiche su blocco degli sfratti per evitare…

Milleproroghe, emendamenti al voto in commissione. Niente modifiche su blocco degli sfratti per evitare…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Niente modifiche sul blocco degli sfratti con il decreto Milleproroghe, prima prova parlamentare per la nuova maggioranza.

Ma il presidente della commissione Bilancio e relatore del provvedimento Fabio Melilli (Pd) ha deciso di procedere con i lavori come chiedevano anche gli altri gruppi.

Lo stesso potrebbe avvenire riguardo all’ulteriore rinvio delle cartelle fiscali e alla proroga della sospensione dei permessi per la ricerca di idrocarburi. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Soprattutto perché il nuovo governo deve fare i conti con tempi strettissimi. È dunque necessario che un componente del nucleo familiare interessato al bonus sia in possesso di un’identità digitale SPID o CIE. (Il Mattino)

È valida infatti anche l'emissione di un documento commerciale o uno scontrino o ricevuta fiscale, e il componente del nucleo familiare ISEE che effettua il pagamento può non coincidere con chi intende fruire del bonus e il cui codice fiscale viene riportato sulla fattura (Sky Tg24 )

Arrivano sei mesi in più per utilizzare il bonus vacanze: le commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno approvato l'emendamento a firma Bonomo (Pd) al decreto Milleproroghe che sposta la scadenza per "spendere" il bonus dal 30 giugno al 31 dicembre di quest'anno. (Il Messaggero)

Conversione decreto Milleproroghe, INT: necessario un emendamento per gli studi in quarantena

In concreto, per richiedere, ottenere e spendere il bonus vacanze quest’anno varranno le stesse regole fissate con il Dl Rilancio, decreto di approvazione dell’agevolazione. Stando a quanto stabilito dal legislatore, possono ottenere il bonus vacanze i nuclei familiari con Isee fino a 40.000 euro. (Il Giornale di Vicenza)

Oggi, all’ultimo secondo, il Governo ha posto il veto su questo accordo e ha chiesto al Parlamento di soprassedere L’emendamento prevede che dal primo aprile ripartirebbe il rilascio degli immobili per i quali la morosità dell’inquilino era stata convalidata prima della crisi pandemica. (ilGiornale.it)

La questione torna di attualità proprio durante il percorso di conversione del decreto Milleproroghe, che deve concludersi entro il 1° marzo 2021. L’appuntamento della conversione del decreto Milleproroghe, a parere dell’INT, può essere l’occasione giusta per sanare un’evidente ingiustizia (Informazione Fiscale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr