OMS: «Omicron resta pericolosa soprattutto per i non vaccinati»

OMS: «Omicron resta pericolosa soprattutto per i non vaccinati»
Corriere del Ticino SALUTE

E «possiamo porre fine alla fase acuta della pandemia soltanto colmando questo divario»

Ricordando che «l’enorme picco di infezioni» nel mondo «è guidato da Omicron, che sta rapidamente sostituendo Delta in quasi tutti i Paesi».

Lo ha sottolineato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing sulla pandemia a Ginevra.

Tedros ha riferito che, a dispetto dell’impennata dei contagi da Omicron, «il numero di decessi segnalati settimanalmente è rimasto stabile dall’ottobre dello scorso anno, con una media di 48’000 decessi a settimana». (Corriere del Ticino)

Ne parlano anche altri giornali

Uno studio non ancora sottoposto a peer review riporta anche una perdita di efficacia del ciclo primario rispetto alla ospedalizzazione, sebbene di livello minore rispetto alla malattia sintomatica I SINTOMI DI OMICRON. (ROMA on line)

Sono stati ricoverati 235 pazienti con variante Omicron (0,5%) e 222 (1,3%) con variante Delta. Complessivamente, come riportato anche dal quotidiano Huffingtonpost, sono state analizzati i dati di 52.297 persone infettate con la variante Omicron e 16.982 con Delta. (iLMeteo.it)

Adnkronos. Bassetti: “la variante Omicron è un raffreddore, sia per i vaccinati che per i non vaccinati”. Condividi “Al 10 gennaio, 26 paesi hanno segnalato che oltre l’1% della loro popolazione si è ammalata ogni settimana”, ha aggiunto. (Imola Oggi)

Omicron, quanto uccide? Tasso di letalità e ricovero grave: cosa sappiamo finora

13 Gennaio 2022 13:16. Uno studio dell’University of California di Berkeley conferma come la letalità della variante Omicron sia del 91% più bassa rispetto alla variante Delta. (StrettoWeb)

L’analisi è una delle prime a confrontare l’andamento dell’infezione su due gruppi di pazienti ammalatisi a dicembre con Omicron o Delta. “Durante un periodo con circolazione mista della variante Delta e Omicron, le infezioni da Sars Cov 2 con presunta infezione della variante Omicron sono state associate a un rischio sostanzialmente ridotto di endpoint clinici gravi e a periodi di degenza ospedaliera più brevi”. (Il Fatto Quotidiano)

Sempre secondo il direttore dell'IHME si assiste ad un «basso aumento dei decessi a livello globale a causa di Omicron». Giovedì 13 Gennaio 2022, 06:27 - Ultimo aggiornamento: 07:11. La variante Omicron comporta un minor rischio di ricovero, di necessità di ricorso alla terapia intensiva e di morte rispetto alla variante Delta. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr