Superbonus: le nuove regole e i controlli per contrastare le truffe

Today ECONOMIA

Oltre a questi controlli a monte, per evitare la circolazione di crediti indebiti, l'Agenzia effettuerà controlli e accertamenti a posteriori, secondo quanto previsto dalla legge

Qualche specificazione tecnica, prima di fare chiarezza sulle nuove regole.

Le nuove regole per il superbonus 110%. La prima novità riguarda l'obbligo del visto di conformità.

Nuove regole e stretta sui controlli per contrastare le frodi. (Today)

Su altri giornali

“La Circolare 16/E dell’Agenzia delle Entrate che fornisce indicazioni ai contribuenti e agli operatorila possibilità per gli operatori di ricorrere aiper attestare la congruità delle spese per tutti i bonus diversi dall’ecobonus anche al 110%”. (Edilportale.com)

È quindi il tecnico abilitato a individuare i costi accessori che è possibile far rientrare nel superbonus 110%. Superbonus, per i costi accessori sempre necessaria l’attestazione del tecnico. L’interrogazione presentata in Commissione il 1° dicembre 2021 aiuta a fare chiarezza sui costi collegati alla realizzazione dei lavori ammessi al superbonus 110% che rientrano tra le spese agevolabili. (Money.it)

A seguito delle novità introdotte dal decreto – legge n. 157 del 2021, in merito al visto di conformità bonus 110%, l’Agenzia delle Entrate ha messo in chiaro le regole da seguire, specificando i caso in cui il visto non serve. (Investire Oggi)

Si tratta, in particolare, delle spese sostenute per l'acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori (ad esempio, l'effettuazione di perizie e sopralluoghi, ecc. (idealista.it/news)

Il visto di conformità, precisano le Entrate, riguarda solo i dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione. Le spese sostenute per l’apposizione del visto sono detraibili, spiegano infine le Entrate, anche nel caso in cui il contribuente fruisca del Superbonus direttamente nella propria dichiarazione dei redditi (AteneoWeb)

Rischio blocco cantieri. “Stupisce quindi che in una circolare così importante e chiarificatrice sulle modalità operative dell’entrata in vigore delle norme antifrode sia saltato il riferimento ai prezzari Dei”, aggiunge Buia. (Rinnovabili)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr