La madre biologica di Daniela ha accettato il prelievo per aiutarla contro il cancro

La madre biologica di Daniela ha accettato il prelievo per aiutarla contro il cancro
Prima Como INTERNO

Nessun incontro tra Daniela e la madre naturale, ma adesso c’è una possibilità in più di sconfiggere il cancro tramite la mappatura del Dna

La madre di Daniela si sarebbe sottoposta alla mappatura genetica consentendo così alla figlia di tornare a sperare.

La storia di Daniela che ha commosso l’Italia. Il 23 marzo del 1973 Daniela è stata abbandonata alla nascita in un orfanotrofio di Como, successivamente è stata adottata. (Prima Como)

Su altre fonti

Era semmai l’attualizzazione di un lontano dolore che andava elaborato e aiutato, com’è avvenuto con il personale del Tribunale dei minori di Milano”. La 48enne infermiera lombarda malata di tumore aveva cercato la mamma naturale che l’aveva abbandonata alla nascita perché la sua mappatura genetica potrebbe permetterle di accedere a una cura sperimentale. (L'HuffPost)

La donna è stata convinta dopo diversi colloqui con gli psicologi del Tribunale che le hanno garantito il rispetto assoluto dell’anonimato Come riportano oggi alcuni quotidiani, Daniela Molinari fa parte di un programma di cure sperimentali contro il cancro che senza il Dna della mamma non possono essere applicate. (Il Fatto Quotidiano)

Probabilmente ha capito che non mi sarei mai fermata e che per me il suo aiuto è davvero fondamentale". Madre e figlia non si incroceranno - Daniela l'aveva ripetuto in tutti i suoi numerosi appelli: "Non voglio incontrarla, può rimanere anonima. (La Repubblica)

Cerca la madre biologica per le cure a un tumore, la donna cambia idea e accetta

Oggi, però, è arrivata la svolta, tanto inattesa, quanto auspicata: la mamma di Daniela Molinari ha cambiato idea e ha deciso di sottoporsi all’esame del Dna, grazie al quale le cure potranno avere inizio. (Il Sussidiario.net)

La madre biologica di Daniela Molinari ha accettato ed eseguito il prelievo del sangue per fornire una più ampia mappa genetica alla figlia abbandonata a seguito di una brutale violenza. Per aiutare la donna a trovare le sue cure era stata lanciata petizione online che è stata sottoscritta da migliaia di persone (LegnanoNews.it)

Alla fine la madre di Daniela Molinari ha ceduto, e ha detto di sì all’esame che potrebbe permettere alla figlia biologica di trovare una nuova cura per la sua malattia oncologica grazie alla mappatura del Dna. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr