Borsa: future puntano al rialzo dopo Powell, attesa per inflazione Usa - Il Sole 24 ORE

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Wall Street ha rimbalzato ieri, con il Nasdaq in testa, dopo la testimonianza di Powell che al Senato ha confermato per quest'anno tre rialzi dei tassi, come atteso.

L'attenzione e' oggi sui numeri dei prezzi al consumo, con le attese che sono per un 7% tendenziale, dopo 6,8% di novembre.

Borsa: future puntano al rialzo dopo Powell, attesa per inflazione Usa. (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 12 gen - L'Europa si prepara a un'altra seduta positiva, sulla scia di Wall Street e Asia, dopo la testimonianza del presidente della Fed al Senato e in attesa del dato sull'inflazione Usa, in calendario nel pomeriggio. (Il Sole 24 ORE)

Su altri giornali

Il Dow Jones Industrial è avanzato di 183,15 punti, a 36252,02, il primo aumento in cinque giorni. Per alcuni investitori, i commenti hanno segnalato un'opportunità di acquisto per i titoli che erano stati penalizzati nelle ultime sessioni. (Investing.com)

"Ricorreremo a tutti i nostri strumenti per sostenere l'economia e il solido mercato del lavoro e per impedire che una inflazione più alta diventi radicata". Così Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, nel discorso in calendario per la giornata di oggi, di fronte alla Commissione bancaria del Senato. (Finanzaonline.com)

Kacper Pempel. LONDRA (Reuters) - L'indice del dollaro si è stabilizzato, mentre gli investitori attendono l'audizione di Jerome Powell in Senato sulla sua conferma alla presidenza della Fed. L'indice del dollaro lascia sul terreno lo 0,1% contro un paniere di sei valute. (Investing.com)

In Cina inflazione frena. Alle ore 8.10 circa, il Nikkei guadagna l’1,92% e gli indici Shenzhen e Shanghai avanzano rispettivamente dell’1,38% e dello 0,84%. Wall Street e poi le Borse asiatiche hanno accolto con favore le parole del governatore: che succede oggi nei mercati? (Money.it)

"Pensiamo che ci sia qualcosa che potremmo essere in grado di fare su SLR", ha detto Powell in risposta a una domanda sul tema "Il rapporto è davvero pronto", ha detto Powell, sottolineando che "sarà più un esercizio nel porre domande e cercare input dal pubblico piuttosto che prendere molte posizioni". (Teleborsa)

Maggiori informazioni, tuttavia, dovrebbero arrivare dopo il primo meeting della Banca centrale che si terrà il 25 e il 26 di gennaio. “Se la domanda dovesse rallentare e si arrivasse a una situazione di stagflazione, la Fed potrebbe decidere di non procedere con un aumento dei tassi”, dice l’analista. (Morningstar)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr