Sfruttamento della prostituzione, nove arresti - L'Unione Sarda.it

Sfruttamento della prostituzione, nove arresti - L'Unione Sarda.it
L'Unione Sarda.it INTERNO

Gli agenti hanno quindi verificato che le vittime della tratta venivano reclutate in patria per circa 12mila lev (corrispondenti a poco più di 6mila euro).

In particolare è emersa la storia di una di loro, affetta da un grave handicap e vittima di violenze indescrivibili

Nove persone sono state arrestate dalla Polizia di Catania al termine dell’operazione denominata “Bokluk”, spazzatura in lingua bulgara. (L'Unione Sarda.it)

La notizia riportata su altri giornali

E poco importa se, per ottenere il denaro, la giovane era costretta ad appartarsi e fare sesso con altri uomini. Uno strumento, un oggetto e non una persona, con delle emozioni e dei sentimenti. (Corriere dell'Umbria)

I Carabinieri della Stazione di Acilia, a Roma, hanno rintracciato e arrestato un cittadino romeno di 25 anni. L’uomo è stato fermato e accusato di gravi reati: riduzione in schiavitù, sfruttamento della prostituzione, maltrattamenti, lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. (Adnkronos)

All'interno dell'abitazione i militari hanno trovato della droga e gli abiti che la ragazza era costretta ad indossare mentre si prostituiva A cura di Alessia Rabbai. Riduzione in schiavitù, sfruttamento della prostituzione, maltrattamenti, lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti. (Fanpage.it)

Prostitute trattate come schiave e costrette a vivere in abitazioni fatiscenti a San Cocimo: 9 arresti

Il blitz è arrivato al termine di una indagine, condotta tra ottobre 2019 e dicembre 2020 dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Trento, che ha portato allo smantellamento di una rete di spaccio nella zona di piazza Dante, nel capoluogo trentino (LaPresse)

Gli agenti sono riusciti a risalire a tutti i componenti del gruppo dopo aver colto due di loro in flagranza di reato: i due malviventi avevano cercato di sottrarre un Rolex a una donna nel quartiere di Secondigliano, a bordo di uno scooter. (LaPresse)

L‟operazione é stata denominata “Bokluk” – spazzatura in lingua bulgara – perché gli indagati erano soliti apostrofare con tale espressione le donne sottoposte al loro dominio Quest‟ultima é stata individuata presso l‟abitazione del promotore del sodalizio, Milanov Emil, e, dopo averla liberat, è stata collocata in una struttura protetta per vittime di tratta. (CataniaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr