Inps: aumenti pensioni per il 2022 e la perequazione - Consulta tutte le TABELLE

Gazzetta del Sud INTERNO

La perequazione* e gli aumenti per il 2022. Il decreto ministeriale del 17 novembre 2021 - si legge in una nota dell'Inps - ha stabilito che la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2021 è pari a 1,7% dal 1° gennaio 2022.

Cos'è la perequazione. La perequazione è il meccanismo di rivalutazione dell’importo pensionistico legato all’inflazione ossia all’aumento del costo della vita come indicato dall’ISTAT. (Gazzetta del Sud)

Su altre testate

Si parte fin da subito con una quota del + 1,7% fissata dal Ministero dell'economia e delle finanze. L'arrivo del 2022 apre la strada alla rivalutazione degli assegni pensionistici, basata su un adeguamento al costo della vita, di fatto bloccato, come anticipato da Il Giornale, dall'inizio della pandemia. (ilGiornale.it)

Di seguito tutte le date di pagamento della mensilità di febbraio, con il calendario giorno per giorno. Presumibilmente i destinatari con il cognome che inizia dalla S alla Z riceveranno il pagamento il primo febbraio. (Il Giornale d'Italia)

Taglio dell’Irpef e rivalutazione degli assegni: le pensioni salgono già a gennaio per buona parte dei contribuenti. Pensione, occhio all’anno di nascita: chi potrà andare in pensione nel 2022. Pensioni, adeguamento degli assegni: a chi spetteranno 700 euro in più. (ContoCorrenteOnline.it)

Vediamo come cambiano le pensioni nel 2022 e in quali casi sono previsti degli aumenti sugli importi percepiti. Le pensioni sono sempre una tematica piuttosto calda. Infatti per l’anno appena iniziato va considerato anche l’aumento degli importi che potrà arrivare fino a 700 euro (ContoCorrenteOnline.it)

Ogni anno fa eccezione il mese di gennaio: per il primo mese dell’anno è, infatti, previsto per legge che il pagamento avvenga non il primo ma il secondo giorno lavorativo. Pagamento pensioni per la tredicesima e l’emergenza Covid nel 2022. (Pensioni Per Tutti)

Limite di reddito annuo personale per INVALIDI TOTALI, CIECHI CIVILI e SORDOMUTI : 17.050,42 € (nel 2021 era 16.982,49 €). Limite di reddito annuo personale per INVALIDI PARZIALI e MINORI: 5.010,20 € (nel 2021 era 4.931,29 €). (Osservatorio Malattie Rare)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr