Stella Creasy col figlio alla Camera, viene rimproverata: rivendica tutele per le madri lavoratrici

Stella Creasy col figlio alla Camera, viene rimproverata: rivendica tutele per le madri lavoratrici
Più informazioni:
Donna Fanpage ESTERI

Stella Creasy col figlio alla Camera, viene rimproverata: rivendica tutele per le madri lavoratrici Stella Creasy è entrata in aula col figlio e le è stato intimato di non farlo più.

Per lei non era un gesto rivoluzionario né sovversivo né contro corrente, ma semplicemente naturale.

Stella Creasy coi figli alla Camera. La deputata britannica Stella Creasy in passato si era già presentata alla Camera coi figli, ma in futuro dovrà stare attenta a non ripetere l'iniziativa

C'è ancora molta diffidenza e molta discriminazione e Stella Creasy, che già in passato ha dovuto farci i conti, ne è stata vittima ancora una volta. (Donna Fanpage)

Su altre fonti

Il richiamo da parte delle autorità del Parlamento di Westminster le è arrivato via mail. Secondo la norma, aggiornata a settembre, non si può prendere posto in Aula con i figli, se non in fase di voto (Corriere TV)

Sta conducendo una battaglia per il diritto delle donne ad andare in Aula portando i propri bambini, e ora Westminster potrebbe darle ragione e cambiare i regolamenti interni che lo proibiscono. "Nessuno dovrebbe dover scegliere fra essere mamma o deputata", disse un portavoce dell'allora premier Theresa May, nel promettere una revisione delle regole (EuropaToday)

Questo l’appunto ufficiale ricevuto dalla deputata laburista Stella Creasy dopo che ha portato il bimbo di tre mesi, tra l’altro profondamente addormentato nel marsupio, a un dibattito a Westminster. Si può o non si può portare un bimbo in età d’allattamento ai Comuni? (Corriere della Sera)

Deputata con il neonato «espulsa» dal Parlamento. Il collega: «Lascialo a casa»

Ma lo speaker della Camera dei Comuni, Lindsay Hoyle, ha promesso che le regole verranno riviste (La Repubblica)

Le autorità di Westminister le hanno mandato un’ e-mail ricordandole che non è consentito portare bambini in aula. Creasy si era più volte presentata in aula con i suoi bambini (il più piccolo ha 3 mesi) per manifestare in difesa dei diritti delle madri lavoratrici. (Open)

La seduta a cui Swinson rinunciò per stare a casa con il suo bambino era su un passaggio chiave per la Brexit. Approvato nel 2019, questo meccanismo prevede che le neomamme (o i neo-papà) possano delegare un collega al voto in aula. (Avvenire.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr