Gosens assente in Atalanta-Inter ma presente sulla lista più importante

Inter-News ESTERI

L’Inter tiene in grande considerazione Gosens come importante innesto sulla fascia sinistra.

Gosens non è comunque l’unica opzione ma è presente sulla lista più importante dell’Inter

Il suo nome è presente sulla lista dei possibili eredi di Ivan Perisic, che al momento è più distante dal rinnovo.

L’investimento su Gosens per l’Inter sarebbe molto simile a quello fatto su Joaquin Correa in estate. (Inter-News)

Su altre testate

Che senso ha fare la quarta dose con vaccini che ancora non sono stati aggiornati per il contrasto alle varianti? Chi aspetta i vaccini aggiornati. Francia, Germania e Regno Unito hanno già parlato di quarta dose come una possibilità praticamente certa. (Ohga!)

“Chiunque, dopo essersi consultato con un medico, è nelle condizioni di ricevere una quarta dose di vaccino anti-Covid-19 può farne richiesta a partire da questa settimana”, ha annunciato in una conferenza stampa il capo dello staff del premier ungherese, Gergely Gulyás. (la voce d'italia)

L’Ungheria è invece il primo Paese dell’Unione europea a partire con la quarta dose per chiunque ne faccia richiesta. Stessa strategia per la Spagna che offrirà una quarta dose alle persone immunodepresse. (Corriere della Sera)

L’Ungheria disobbedisce all’Ema: quarta dose per tutti

Quarta dose vaccino anti-Covid/ Al via in Ungheria e Danimarca, Italia e Uk attendono Fino a questo momento, a livello mondiale, la quarta dose è stata somministrata soltanto in via sperimentale in Israele a un numero limitato di medici e operatori sanitari (clicca qui per approfondire la notizia), ma il Paese del Nord Europa si è detto convinto della bontà di questa decisione. (Il Sussidiario.net)

Ma molti Paesi hanno cominciato a somministrare la quarta dose di vaccino. Israele ha già iniziato a somministrare la quarta dose a una grande fetta del Paese (MAM-e)

Stessa strategia in Spagna che si prepara a offrire una quarta dose ai più fragili: immunodepressi, malati di cancro, pazienti in dialisi, chi ha ricevuto un trapianto. Ma solo per i fragili come raccomanda l’Agenzia europea. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr