Reumatologia, diagnosi precoce e terapia personalizzata. SIR: “Definire il profilo molecolare del paziente”

insalutenews SALUTE

Proprio per sensibilizzare e favorire la consapevolezza sull’importanza della diagnosi precoce nelle malattie reumatologiche, la SIR ha promosso una campagna nazionale che valorizza il ruolo del reumatologo.

Diagnosi precoce vuol dire dunque evitare la cronicità, puntare a una vita più normale possibile, con grande vantaggio per la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale”

Si tratta di una condizione intollerabile per il paziente, con una forte ricaduta sui costi per la comunità. (insalutenews)

Su altre testate

Per questa categoria di pazienti è necessario che la malattia sia sia subito inserita nei Livelli Essenziali d’Assistenza (Lea). Si tratta di oltre 500mila uomini e donne per i quali la patologia è particolarmente dolorosa ed invalidante. (Corriere Quotidiano)

I problemi legati alla prescrizione per i pazienti devono essere superati, in virtù dell’interesse superiore che tutti dobbiamo avere per la loro salute», sottolinea Roberto Gerli presidente nazionale La problematica di farmaco-economia è molto importante per la sostenibilità del nostro SSN, ma ciò non deve andare a discapito del miglior trattamento per ciascun paziente. (HealthDesk)

Purtroppo è ancora in attesa di aggiornamento invece il Piano Nazionale Cronicità, comunque non recepito integralmente a livello regionale. “La diagnosi precoce è il presupposto della terapia personalizzata – dichiara Gian Domenico Sebastiani, Presidente Eletto di SIR -. (PharmaStar)

In tale circostanza, andremo ad analizzare nel dettaglio come presentare la domanda per l’assegno ordinario di invalidità. Denominato “Allegazione documentazione Sanitaria Invalidità Civile”, dà modo ai cittadini di inoltrare online all’Istituto la documentazione sanitaria probante. (MetaNews.it)

“Abbiamo voluto realizzare uno strumento fondamentale per pazienti, medici e istituzioni”, ha riferito il professor Roberto Gerli, presidente nazionale di Sir Nel nostro Paese coinvolge oltre 1 milione e 200 mila uomini e donne. (Sky Tg24)

«Come Sir abbiamo attivato la piattaforma Web di TeleMedicina iARPlus coinvolgendo 44 centri di reumatologia sparsi sul territorio nazionale – aggiunge Salaffi - Il registro attualmente è il primo al mondo per numero di malati coinvolti e permette di svolgere ricerche medico-scientifiche. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr