'Ndrangheta, la scalata del boss ai grandi hotel della Liguria - VIDEO - Corriere della Calabria

'Ndrangheta, la scalata del boss ai grandi hotel della Liguria - VIDEO - Corriere della Calabria
Corriere della Calabria Corriere della Calabria (Interno)

Così Pio avrebbe ottenuto nel 2018 il «controllo della società» e del resort.

Alfonso Pio, pure cugino di Candeloro Pio, anche lui arrestato nella maxi indagine ‘Infinito’ di dieci anni fa e capo della “locale” di Desio, avrebbe fatto valere la sua «appartenenza» alla ‘ndrangheta per imporsi sulle “vittime”.

Su altre testate

L’associazione mafiosa aveva contatti anche con un esponente politico locale, indagato con l’accusa di voto di scambio politico-mafioso. Nei guai anche un avvocato del foro di Palmi, ma con studio anche a Bra, indagato. (Corriere della Sera)

Alfonso Pio avrebbe anche imposto che la sua compagna “soggiornasse gratuitamente in una suite a lei riservata”. Lo si legge nell’ordinanza firmata dal gip di Milano Guido Salvini, su richiesta dei pm Adriano Scudieri e Francesco Cajani, con cui è stato arrestato oggi assieme ad altri tre. (L'HuffPost)

Tra gli arrestati figura anche un professionista nel settore dell’intermediazione finanziaria che si appoggiava al principale indagato, un soggetto coinvolto in altre indagini della DDA di Milano e ritenuto “espressione di una delle più note famiglie di ‘ndrangheta della Brianza“. (Stretto web)

Tra gli arrestati vi è un professionista nel settore dell´intermediazione finanziaria, che si appoggiava al principale indagato, soggetto già emerso in altre indagini della DDA di Milano ed espressione di una delle più note famiglie di `ndrangheta della Brianza, in quanto rispettivamente figlio e cugino di elementi di vertice della locale di Desio (Il Notiziario)

Così Pio avrebbe ottenuto nel 2018 il «controllo della società» e del resort. Alfonso Pio avrebbe anche imposto che la sua compagna «soggiornasse gratuitamente in una suite a lei riservata». (Corriere della Sera)

Petrocca diceva che Pio era una persona "difficile da far ragionare". Lo si legge nell'ordinanza firmata dal gip di Milano Guido Salvini, su richiesta dei pm Adriano Scudieri e Francesco Cajani, con cui è stato arrestato oggi assieme ad altri tre. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr