Com’è diventato il mondo dei viaggi a più di un anno dal lockdown

Com’è diventato il mondo dei viaggi a più di un anno dal lockdown
SiViaggia INTERNO

Anzi, si trasformeranno in una maniera alternativa per esplorare le meraviglie del mondo senza dover andare troppo lontano da casa

Come si è trasformato oggi il mondo dei viaggi, e quali sono le prospettive future?

I viaggi virtuali, che hanno vissuto un boom proprio durante il lockdown, non andranno via via scomparendo.

Da un anno a questa parte abbiamo imparato a vivere in maniera diversa, e alcune piccole abitudini apprese negli ultimi mesi potrebbero rimanere radicate in noi. (SiViaggia)

Su altri giornali

Mini quarantena per tutto aprile:. stroncati i viaggi all’estero. . . . . . . Sembrava dovesse durare solo fino a Pasquetta. Sul fronte internazionale, è stato nel frattempo prorogato fino al 30 aprile il divieto – salvo eccezioni – ai viaggi dal Brasile (L'Agenzia di Viaggi)

Questa la fotografia scattata dall’Istat nel suo ultimo rapporto “Viaggi e vacanze in Italia e all’estero nel 2020”, che rileva lo stato di sofferenza della filiera del turismo, fortemente condizionata dell’emergenza pandemica. (Money.it)

Cominciano ad arrivare i rimborsi dei voucher viaggio inutilizzati. Cosa deve fare chi ha un voucher viaggio inutilizzato. Al momento della stesura dell’articolo, se non vi saranno ulteriori aggiornamenti della normativa in materia, il consumatore può chiedere il rimborso del voucher. (Proiezioni di Borsa)

Quando torneremo a viaggiare: isole minori Covid free e "pass" vaccinale

Per l’ottenimento di questo obiettivo, è fondamentale infatti concentrarsi sulla riapertura sia dell’Italia per il turismo incoming, sia dell’estero per il turismo outgoing». Alcune dichiarazioni, conclude la presidente Maavi, «potevano prestarsi a fraintendimenti, ma sono invece state una nuova occasione per condividere con il ministro la certezza che la vera ripartenza del turismo avverrà solo quando si riapriranno i viaggi verso l’estero. (L'Agenzia di Viaggi)

Destinazioni e mezzi. Per quanto riguarda le destinazioni, quelle nazionali sembrano essere le preferite da quasi otto su dieci (77,4%) rispetto alle mete internazionali (22,6%). La maggior parte di loro, inoltre, preferirà il soggiorno in un hotel e in particolare in località di mare. (TriestePrima)

E' un modello che sta prendendo piede, ci sono già voli che partono così", ha commentato Garavaglia aggiungendo che la Grecia, caratterizzata dalla presenza di tante isole, sta già procedendo in questa direzione. (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr