Mercato dell’auto, nel primo semestre 2022 calo del 22%

La Stampa ECONOMIA

Da dimenticare, quindi, il consuntivo del primo semestre dell’anno, che si archivia con 684.228 immatricolazioni e una contrazione del 22,69%; il calo sul 2019, invece, supera il 36%.

Se non altro, continuano a calare le emissioni di CO2 dell’immatricolato: la media è pari a 116,7 g/km, in calo del 2,1% rispetto ai 119,2 del giugno 2021.

Colpa della delicata situazione economica attuale, della crisi dei semiconduttori – che sta mandando a rilento la produzione di autovetture – e dell’incertezza dei consumatori, correlata al conflitto in Ucraina (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Di conseguenza, in accordo con questa condizione specifica, chiedere al mercato di preferire un’auto a metano appare ancora difficoltoso e fortemente anacronistico D’altronde quello delle auto a metano rappresenta un Segmento nel quale si inserivano esclusivamente vetture del Gruppo Volkswagen e dell’ex Gruppo Fiat, i segnali imposti dal mercato appaiono più che mai negativi. (ClubAlfa.it)

Stellantis chiude il mese di giugno 2022 con una quota di mercato in Italia pari al 38,1 per cento, mentre nel primo semestre dell’anno in corso si attesta al 37,2 per cento. Jeep ha, invece, piazzato 5.125 unità, in calo del 21,32 per cento con quota ridotta al 4,03 per cento. (ClubAlfa.it)

Un altro aspetto incoraggiante è legato al fatto che, mentre il numero dei clienti nel periodo è stato inferiore a quello dello scorso anno, l'acquisto medio per cliente è risultato più alto nel mese di giugno (Milano Finanza)

Renault sorpassa Stellantis in Francia. Una differenza davvero risicata ma che ha comunque consentito al gruppo della Losanga di sopravanzare l’azienda guidata da Carlos Tavares (FormulaPassion.it)

Faticano benzina e diesel, recupera il Gpl. Continua il momento di difficoltà per le auto a benzina e diesel, scese rispettivamente al 29,2% e al 20,7% di quota di mercato Gli incentivi auto 2022, al via dallo scorso 25 maggio, non sono riusciti a generare un’inversione di tendenza, come era lecito aspettarsi dato il poco tempo. (automobile.it)

La struttura del mercato. In calo l’intero mercato auto per tutti gli utilizzatori, registrano infatti una diminuzione in linea con il mercato totale i privati, crollano le autoimmatricolazioni del 41% a una quota di mercato del 7,7%. (Virgilio Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr