Sinistra Italiana Busto Arsizio condanna l'attacco squadrista alla Cgil di Roma

Sinistra Italiana Busto Arsizio condanna l'attacco squadrista alla Cgil di Roma
varesenews.it INTERNO

Per questo il nostro augurio è che la Magistratura porti a galla i responsabili di questo vile attacco, e agisca irreprensibilmente con una condanna esemplare.

Solidarietà dunque alla CGIL e a tutto l’universo di umanità che vi gravita intorno; condanna unanime da parte di Sinistra Italiana di Busto Arsizio per l’attacco e, infine, una speranza: che la sistematica violenza squadrista e il clima di terrore che questa porta con sé faccia comprendere alla popolazione il vero volto fascista, elitario, razzista, xenofobo e discriminatorio della Destra italiana

Di seguito il comunicato di Sinistra Italiana Busto Arsizio. (varesenews.it)

Ne parlano anche altre testate

Il governo assicura: nessuna limitazione a chi vuole esprimere dissenso, ma bisognerà impedire che la situazione degeneri (TG La7)

I due si sono abbracciati, tra gli applausi dei presenti. Già nella giornata di sabato, il premier aveva condannato fermamente l’assalto alla Cgil, parlando di una «intimidazione inaccettabile»: «I sindacati sono un presidio fondamentale di democrazia e dei diritti dei lavoratori. (Open)

Presente alla manifestazione aveva documentato con foto e video, sul proprio profilo facebook le tappe salienti della protesta: "Si sfonda la sede della Cgil a Roma”. Al momento, a quanto pare, non vi sarebbero fascicoli aperti nei confronti dell’aretino immortalato nelle riprese davanti e all’interno della sede della Cgil. (ArezzoNotizie)

Assalto alla Cgil e alle Forze dell'Ordine a Roma: "Chi ha compiuto azioni violente deve pagare"

Nella giornata odierna l’assemblea generale di SLC (sindacato comunicazioni) Cgil nell’ambito della conferenza di organizzazione ha inteso stigmatizzare quanto sta accadendo presso il Comune della Città di Avellino, dove si impedisce l’accesso ai giornalisti senza che vi sia alcun regolamento per l’accesso, demandando tutto alla discrezionalità del sindaco Gianluca Festa. (AvellinoToday)

I reati per cui sono stati segnalati sono numerosi, fra i quali, danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La posizione di questi individui è al vaglio della Procura della Repubblica di Roma: sei sono finiti in manette in fragranza e gli altri sei, fra i quali gli esponenti di Forza Nuova, nella notte successiva con arresto differito. (VeronaSera)

Non c’è spazio, oggi come non mai, per proteste incivili e brutali che, oltre a compromettere la dialettica democratica, non possono essere da nessuno in alcun modo giustificate”. (Vasto Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr