La 'ndrangheta gestiva il narcotraffico a Torino: arresti e sequestri tra le cosche del Reggino

La 'ndrangheta gestiva il narcotraffico a Torino: arresti e sequestri tra le cosche del Reggino
Quotidiano del Sud INTERNO

Al centro del blitz internazionale persone ritenute affiliate al “locale” di Volpiano (Torino), considerate terminale economico della famiglia Agresta di Platì, e della famiglia Giorgi, detti “Boviciani”, di San Luca.

Sono ritenute responsabili di narcotraffico internazionale tra Piemonte, Calabria, Sardegna e, in Germania, nel Land del Baden Wuttemberg, nelle località turistiche del Lago di Costanza. (Quotidiano del Sud)

Su altre testate

I carabinieri della Compagnia di Alghero hanno partecipato attivamente alle indagini della Dia di Torino sul traffico di droga organizzato da due famiglie mafiose calabresi, una con ristoranti in Germania (La Nuova Sardegna)

‘Ndrangheta nel Torinese: in corso una vasta operazione di polizia giudiziaria. Oltre 200 uomini e donne sul campo: coinvolto anche l’imprenditore chivassese Giuseppe Vazzana. (Prima Chivasso)

L'operazione "Platinum - Dia" si inserisce nell’attività di contrasto alla criminalità organizzata di matrice 'ndranghetista e trae origine dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, discendente di due delle famiglie più influenti della 'ndrangheta aspromontana - Agresta/Marando - egemoni anche in Piemonte e Lombardia, rilasciate alla Procura di Torino a partire dall’autunno del 2016. (L'Eco del Chisone)

Maxi operazione contro la ‘ndrangheta, gli arresti sono in corso in Italia, Germania e Spagna

Il procuratore Loreto: "In Piemonte 'ndrangheta ha infiltrazioni ovunque" "Questa operazione - ha spiegato il procuratore capo Anna Maria Loreto - dimostra che in Piemonte la 'ndrangheta ha infiltrazioni ovunque e non c'è una zona indenne. (TorinOggi.it)

L’operazione ha visto impegnati oltre 200 donne e uomini della Direzione investigativa antimafia e un centinaio di unita’ della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza con il supporto di unita’ cinofile, elicotteri e militari del Reggimento Genio Guastatori di Caserta, nonche’ 500 agenti della Polizia Criminale del Baden-Wuttemberg, della Polizia Economico Finanziaria di Ulm e della Sek(G), dalla polizia rumena e spagnola (CasertaCE)

È questo il canovaccio della maxioperazione scattata all’alba a Torino, in Germania, Calabria, Spagna e Romania coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Torino ed eseguita dalla Dia. Gli arresti sono in corso anche in Germania e in Spagna. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr