La Palma: prosegue l'eruzione, ma la popolazione può finalmente uscire di casa

La Palma: prosegue l'eruzione, ma la popolazione può finalmente uscire di casa
Corriere del Ticino ESTERI

I responsabili del piano d’emergenza per l’eruzione hanno spiegato a più riprese che situazioni di questo tipo potrebbero ripresentarsi, data l’imprevedibilità del comportamento del vulcano.

L’aeroporto dell’isola è attualmente aperto, ma le emissioni di cenere e gas del vulcano possono complicare le operazioni e portare a cancellazioni o ritardi

L’ordine di chiudersi in casa ha interessato abitanti delle aree circostanti, che si trovano nei comuni di Los Llanos de Aridane ed El Paso (Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

I responsabili del piano d'emergenza per l'eruzione hanno spiegato a più riprese che situazioni di questo tipo potrebbero ripresentarsi, data l'imprevedibilità del comportamento del vulcano. L'aeroporto dell'isola è attualmente aperto, ma le emissioni di cenere e gas del vulcano possono complicare le operazioni e portare a cancellazioni o ritardi (tvsvizzera.it)

Circa 1.200 case e altri edifici sono stati distrutti dalla colata di lava incandescente e distruttiva. A seconda di come si evolve la situazione, le persone possono tornare a casa nei prossimi giorni per ritirare gli altri effetti personali, accompagnate dal personale di sicurezza. (CiSiamo.info)

Alcuni sono stati fotografati durante l'eruzione de La Palma. Un fulmine fotografato durante l'eruzione del vulcano Sakurajima nel sud del Giappone nel gennaio 2016. (Ilmeteo.net)

Eruzione La Palma, il delta lavico in mare ormai è grande quanto la Città del Vaticano: così cambieranno le mappe dell’isola

Non si escludono però ulteriori stop temporanei o modifiche ai piani di volo a seconda di come evolverà l'eruzione Nelle ultime ore, questa nuova lingua ha raggiunto un'area industriale della località di Todoque, già parzialmente distrutta giorni fa. (La Nuova Sardegna)

Martedì a più di 700 residenti è stato ordinato di lasciare le loro case sull’isola spagnola di La Palma mentre la lava incandescente avanzava verso il loro quartiere. (Reuters-TV). Le autorità hanno affermato che la lava dell’eruzione iniziata il 19 settembre ha distrutto quasi 600 ettari di terreno. (Amantea online)

MeteoWeb. Sono passati 24 giorni da quando il vulcano di La Palma ha iniziamo ad emettere lava, e il continuo flusso continua a complicare la situazione sull’isola delle Canarie. Un’altra delle colate laviche del vulcano ha raggiunto la costa in 9 giorni e ha formato un delta che secondo gli ultimi calcoli ha già una superficie di oltre 34 ettari, secondo El País. (MeteoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr