«Non più da soli nelle terapie intensive»

«Non più da soli nelle terapie intensive»
TarantoBuonaSera.it INTERNO

Il presidente della commissione sanità Mauro Vizzino ha illustrato emendamenti integrativi.

L’auspicio è che la proposta di legge adesso venga approvata dal Consiglio regionale nella seduta convocata per martedì prossimo” dichiara Mauro Vizzino.

Paride Mazzotta (Forza Italia): “La pandemia ha costretto innumerevoli cittadini a trascorrere momenti di isolamento durissimi, senza poter contare sul conforto e sul sostegno delle persone care. (TarantoBuonaSera.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Zampieri inoltre aggiunge:. Uno studio smonta le apparecchiature per sanificare l’aria contro il Covid. Come spiega Prima Verona lo studio di AC&E ha accertato che buona parte dei dispositivi analizzati per sanificare l’aria contro il Covid è inefficace nell’80% dei casi. (Prima la Martesana)

Il ricovero in terapia intensiva risulta più probabile per le età comprese tra 40 e 59 anni La variante brasiliana aumenta il rischio di ospedalizzazione del 20%, di terapia intensiva dell’2,1%, mentre l’età media risulta più alta, attestandosi a 76 anni. (ilmessaggero.it)

Lieve risalita (da 66 a 67 ) invece per le terapie intensive. Questi i numeri dei pronto soccorso marchigiani: Marche Nord 1, Urbino 1, Macerata 2, 5 Civitanova Marche, Macerata 2, Fermo 3 e Ascoli PIceno 3. (QDM Notizie)

L'80% delle apparecchiature per sanificare l'aria contro il Covid non è efficace

Oggi ci sono anche 25.342 persone che hanno ricevuto il vaccino. Tra i vaccinati della giornata sono 5.694 gli over80, 7.396 i settantenni (di cui 617 vaccinati dai propri medici di famiglia) e 6.511 le persone estremamente vulnerabili. (La Fedeltà)

Complessivamente le varianti sono più pericolose, soprattutto per i giovani, se si fa il confronto con il SARS-CoV-2 non mutato. La variante sudafricana aumenta il rischio di ospedalizzazione del 19,3%, di terapia intensiva dell’2,3% mentre l’età media era simile, a 67 anni. (Yahoo Notizie)

I totalmente guariti sono 88.961 (+95), i clinicamente guariti 5.455, mentre quelli in isolamento oggi scendono a 7.022 (-96) I decessi complessivamente ammontano a 3.714, con la seguente suddivisione territoriale: 792 a Trieste (+2), 1.972 a Udine, 663 a Pordenone e 287 a Gorizia (+1). (TriestePrima)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr