Mario Draghi a Tripoli con un mandato «atlantista» | il manifesto

Mario Draghi a Tripoli con un mandato «atlantista» | il manifesto
Il Manifesto INTERNO

Nel menù di Draghi ci sono diverse materie, servite nell’immancabile salsa di “green”: gas, petrolio, appalti

Draghi, che di Medio Oriente e Nordafrica ne mastica pochino ma segue alla lettera il nuovo manuale Biden-Blinken, ci prova - dopo le oscillazioni italiane del recente passato tra Tripoli e Bengasi - e lo fa con un preciso mandato «atlantista»: schierare l’Italia con l’Unione europea e la Turchia sul fronte che si oppone all’influenza della Russia in Cirenaica. (Il Manifesto)

Ne parlano anche altre testate

E' il primo viaggio all'estero da presidente del Consiglio. (LaPresse) Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è giunto a Tripoli, in Libia, per la sua prima visita ufficiale all’estero. La giornata di Draghi a Tripoli prevede la visita al Palazzo storico, per un vertice con il presidente del Consiglio Presidenziale, Mohamed Younis Ahmed al-Menfi (LaPresse)

Mario Draghi andrà in Libia tra due giorni. Con gli Stati Uniti che si sono disinteressati del Mediterraneo (e in particolare della Libia), il gioco è apparso fin troppo facile (InsideOver)

Il viaggio di Mario Draghi in Libia non sarà una passerella. Il premier Mario Draghi - Ansa. (Avvenire)

Libia, Draghi: momento unico per ricostruire antica amicizia

La prima visita ufficiale del presidente del Consiglio all'estero è in Libia dove, dopo il cessate il fuoco, un mese fa è nato un Governo unificato sotto l'egida dell'Onu. “E’ chiaro – ha spiegato il presidente del Consiglio - che l’Italia difende in Libia i propri interessi internazionali e la cooperazione. (AGI - Agenzia Italia)

Gli stranieri continuano ad arrivare e, elemento che non può passare inosservato, seguono la rotta libica. Tutto questo può avere un’incidenza negativa per l’Italia dal momento che la maggior parte di migranti parte proprio dai Paesi che non hanno il vaccino (ilGiornale.it)

Così il premier, Mario Draghi, nelle dichiarazioni congiunte al termine dell’incontro con il primo ministro libico, Abdel Hamid Mohamed Dabaiba. Bisogna dar conto e credito al coraggio dei diplomatici che sono rimasti” (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr