Eitan rapito dal nonno: “Sta bene”. Ma lo zio: “Trattato come un prigioniero di Hamas”

Eitan rapito dal nonno: “Sta bene”. Ma lo zio: “Trattato come un prigioniero di Hamas”
Fanpage.it INTERNO

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su Incidente Funivia Stresa-Mottarone ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI. Il piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, è stato rapito dal nonno e portato in Israele.

Dopo il nonno, Shmuel Peleg, 58enne, anche la ex moglie e nonna di Eitan è indagata per la stessa ipotesi di reato.

Ma lo zio: “Trattato come un prigioniero di Hamas” “Eitan sta bene”. (Fanpage.it)

Su altri giornali

Nonno Shmuel Peleg indagato per «sequestro di persona aggravato» («Ha agito d'impulso», lo difende l'avvocato); la moglie Etti sospettata di essere sua complice; caccia a possibili fiancheggiatori che li avrebbero aiutati a rapire il piccolo Eitan Biran. (ilGiornale.it)

Eitan rapito dal nonno, i legali degli zii: “Far decidere il bimbo dove vivere? Fantasia”

Israele ha incaricato alcuni consulenti legali, i quali ritengono che il nonno materno non abbia rispettato la Convenzione dell'Aja Eitan rapito dal nonno, i legali degli zii: “Far decidere il bimbo dove vivere? (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr