Fiom: «106 licenziamenti alla Timken di Villa Carcina»

Fiom: «106 licenziamenti alla Timken di Villa Carcina»
Brescia Oggi ECONOMIA

La Fiom ha chiesto al Mise di convocare azienda ed istituzioni locali per affrontare l’ennesima vertenza nel settore ed evitare i licenziamenti»

La multinazionale Timken di Villa Carcina, che si occupa di cuscinetti ingegnerizzati e marchi di prodotti per la trasmissione di potenza, questa mattina ha comunicato la chiusura immediata dello stabilimento.

«Dopo la Gianetti Ruote in Brianza e la Gkn di Campi Bisenzio, oggi la Timken, multinazionale del settore automotive, ha annunciato la volontà di chiudere lo stabilimento di Villa Carcina in provincia di Brescia e il conseguente licenziamento dei 106 i lavoratori che da oggi sono in sciopero e presidio permanente. (Brescia Oggi)

Se ne è parlato anche su altre testate

Questo quanto inviato alla stampa da Luca Trentini, Coordinatore provinciale Sinistra italiana Brescia: “Apprendiamo che la multinazionale Timken ha improvvisamente annunciato la chiusura del sito produttivo di Villa Carcina con il contestuale licenziamento di 106 lavoratrici e lavoratori. (Bsnews.it)

Dal momento in cui avverrà la formalizzazione, scatterà un periodo di 75 giorni entro il quale le parti verificheranno la possibilità di trovare un accordo. Centosei licenziamenti alla Timken di Brescia (Corriere della Sera)

E' urgente inoltre far ripartire il tavolo del settore automotive per affrontare la fase di transizione e individuare gli investimenti e gli strumenti per la tutela dell'occupazione e dell'industria”. Si stimano infatti a centinaia di migliaia, se non a milioni, i posti di lavoro a rischio in tutta Europa. (BresciaToday)

Timken: "Chi è qualificato faccia domanda per altri stabilimenti del gruppo"

I 106 lavoratori sono già in sciopero e presidio permanente» La multinazionale Timken chiude: 106 lavoratori perdono il posto. (Prima Brescia)

“È la terza multinazionale dell’automotive che chiude senza neanche l’utilizzo degli ammortizzatori sociali” ha avvertito la leader Fiom Francesca Re David che ha ribadito come “l’auto è quella più impattata dalla transizione. (FormulaPassion.it)

Nello stabilimento di Villa Carcina sono impiegati circa 110 dipendenti. “Questo cambiamento, per quanto difficile”, spiega una nota dell’azienda, “è necessario per ottimizzare le attività e riorganizzare l’assetto produttivo dell’azienda, con l’obiettivo di servire al meglio i clienti globali”. (QuiBrescia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr