No vax muore di Covid dopo cure al telefono: indagato il medico di Reggio Emilia

No vax muore di Covid dopo cure al telefono: indagato il medico di Reggio Emilia
ilgazzettino.it INTERNO

Il 68enne deceduto, no vax convinto, una persona descritta come isolata e con poche relazioni sociali, oltre che con alcune patologie pregresse, a quanto pare anche in ospedale aveva tentato di firmare dimissioni e di rifiutare le cure

APPROFONDIMENTI IL CASO Paola Soragni, consigliera M5S di Reggio Emilia: «Ho paura del.

Il dottor Alberto Dallari, di Reggio Emilia, aveva preso in carico il paziente no vax ferrarese che è morto dopo aver contagiato il Covid. (ilgazzettino.it)

La notizia riportata su altri media

La Procura di Ferrara ha iscritto nel registro degli indagati Alberto Dallari, il medico di Reggio Emilia che ha preso in carico il paziente ferrarese morto per Covid che inizialmente era stato curato via telefono e via mail. (L'Unione Sarda.it)

Il paziente non vaccinato e risultato positivo al virus era stato “curato” inizialmente per telefono e via mail seguendo le teorie sulla terapia domiciliare del sito IppocrateOrg, di cui Dallari risulta un fiero sostenitore. (Open)

Poi è stato intubato e tracheostomizzato, ed è venuto a mancare un mese dopo". Non c’è alcuna correlazione col mio operato", si difende il medico che invita gli investigatori a concentrarsi sul ricovero. (il Resto del Carlino)

No vax morto a Ferrara dopo aver tentato di curarsi con la telemedicina, indagato il medico

No vax muore di Covid dopo essersi fatto curare on line. L’indagine della procura ferrarese servirà anche a far luce sul coinvolgimento dell’associazione Ippocrateorg, alla quale il medico è legato, la stessa del convegno in Senato sulle cure domiciliari che nelle scorse settimane aveva scatenato una bufera politica. (SulPanaro)

Ipotesi reato colpa medica e omissione di soccorso No vax morto dopo cure al telefono, indagato il medico. Condividi. La procura di Ferrara ha iscritto al registro degli indagati il dottor Alberto Dallari, medico di Reggio Emilia che ha preso in carico il paziente ferrarese morto con Covid-19, 68 anni, non vaccinato, che era stato inizialmente curato via telefono e via email prima di essere ricoverato in ospedale. (Rai News)

Tra i farmaci che gli erano stati prescritti via mail ci sarebbero anche vermifughi Tra i farmaci che gli erano stati prescritti via mail ci sarebbero anche vermifughi. (La Sentinella del Canavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr