I segreti di Sagittarius A*: perché la foto del buco nero può rappresentare una svolta per la ricerca – Le interviste

I segreti di Sagittarius A*: perché la foto del buco nero può rappresentare una svolta per la ricerca – Le interviste
Open SCIENZA E TECNOLOGIA

Si vede che la gravità del buco nero deforma e devia la luce proveniente dal disco di accrescimento, come ci aspettavamo dalle equazioni di Einstein».

Tanto per cominciare, adesso abbiamo la conferma del fatto che al centro della Via Lattea ci sia effettivamente un buco nero.

«Eravamo abbastanza certi che lì si trovasse un buco nero – continua Bonaventura -, non poteva esserci altro.

Tant’è vero che hanno dato dei premi Nobel nel 2020 proprio per una serie di ricerche che ci hanno detto “laggiù c’è un buco nero”. (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

La seconda foto di un buco nero: «Cinque anni di lavoro» È la seconda volta che il network Eht riesce a fotografare un buco nero. INAF/Parisini - Da sinistra: Nicola Marchili, Kazi Rygl ed Elisabetta Liuzzo dell’INAF. (Corriere della Sera)

L'immagine conferma che l'oggetto spaziale chiamato Sagittarius A* (Sgr A*) è un buco nero, finora solo un'ipotesi. E ora che sappiamo che abbiamo questi laboratori di gravità estremi possiamo tornare indietro e possiamo migliorare i nostri strumenti e migliorare i nostri algoritmi per vedere di più e ricavarne più scienza. (Tiscali Notizie)

Uno straordinario scatto, la prima immagine reale del buco nero al centro della galassia. Una scoperta scientifica eccezionale e che porta la firma della Sardegna. (L'Unione Sarda.it)

Tutto quello che devi sapere sul buco nero al centro della Via Lattea di cui parlano tutti

(askanews) - La prima immagine del buco nero al centro della Via Lattea, la nostra galassia, è come il "Sacro Graal". Ma direi che la sfida più grande che dobbiamo affrontare è il fatto che il buco nero si sta evolvendo molto rapidamente". (Today.it)

Nel settore l'azienda ha una solida e riconosciuta attività grazie alle collaborazioni strutturali con INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica, e con ADS International con la quale ha fondato il consozio AdOptica (Trentino)

You may be able to find more information about this and similar content at piano.io Ecco quanto è grande l'orizzonte degli eventi del buco nero Sagittarius A*, al centro della Via Lattea: coprirebbe tutta l'orbita di Mercurio! (Esquire Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr