«Niente ospedale se no prendi il Covid», paziente muore a casa: aperta inchiesta

«Niente ospedale se no prendi il Covid», paziente muore a casa: aperta inchiesta
Il Mattino INTERNO

Quando, un’ora e mezzo dopo, alle 11, arrivano i sanitari, il paziente è già spirato

Il 16 febbraio, però, la situazione precipita e ai problemi respiratori si aggiunge anche un reflusso di sangue sempre più copioso, dal naso e dalla bocca.

Proprio ieri, la Procura ha nominato consulenti tecnici d’ufficio, per lo svolgimento dell’autopsia, i dottori Filomena Casella (medico legale) e Francesco Diurno (anestesista rianimatore). (Il Mattino)

Su altri media

Una situazione incresciosa che ha costretto i sanitari della struttura privata ad allestire in fretta e furia aree depressurizzate prima del trasferimento dei contagiati all’ospedale. Ospedale dove le bocche, da giorni ormai, sono cucite perlomeno in merito a questa vicenda che rappresenta l’ennesimo scivolone della gestione dell’Area vasta picena. (Corriere Adriatico)

Numeri a cui vanno sommati . l'uscita dall'il 21 marzo in tempo per la nascita della figlia Giulia. PaolinaPitty : RT @SardiniaPost: Alcuni casi di variante inglese del virus sono stati sequenziati nei laboratori dell’ospedale San Francesco di Nuoro. (Zazoom Blog)

“Dobbiamo salvaguardare la salute dei cittadini ma ci dobbiamo preparare pure in vista della stagione turistica, importante fonte di guadagno per il nostro Paese Si sarà trattato di un’oscillazione temporanea del numero di nuovi contagi oppure le cifre relative alle nuove infezioni torneranno a salire? (LaVoce del popolo)

Coronavirus, un anno dal 'paziente uno'

Il Policlinico “San Matteo” di Pavia riceve una telefonata dai colleghi di Codogno: “Potete accettare un? Il medico che ha curato il 'paziente 1': "La lezione del Covid: eravamo felici e non lo spaevamo" (Di sabato 20 febbraio 2021) È il 21 febbraio 2020. (Zazoom Blog)

La Direzione Strategica dell’Azienda Moscati, nel ricordare i tanti operatori sanitari uccisi dal virus, esprime un particolare pensiero di vicinanza alla famiglia dell’infettivologo Mario Claudio Magliocca, dirigente medico dell’Unità operativa di Malattie Infettive, deceduto lo scorso dicembre in un reparto Covid del suo ospedale, dove, finché ha potuto, ha lavorato con passione, profondo senso del dovere e grande umanità (LabTV)

Tutte le visite vengono sospese. Il giorno successivo viene istituita la zona rossa per 10 comuni del Lodigiano e per Vo' Euganeo (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr