Via Paratore, i terreni incolti davanti alle scuole Salgari e Cesareo diventeranno spazi per gli studenti

Via Paratore, i terreni incolti davanti alle scuole Salgari e Cesareo diventeranno spazi per gli studenti
PalermoToday INTERNO

Il settore Verde e Giardini sta effettuando il diserbo e la pulizia dell'area che si trova nel quartiere Oreto, data alle fiamme nelle scorse settimane.

Il consigliere Valentina Chinnici (Avanti insieme): "Si faranno attività didattiche e ricreative.

E' questo l'obiettivo dell'amministrazione comunale che, grazie all'intervento degli operai del settore Verde e Giardini, sta effettuando il diserbo e la pulizia dell'area, che nelle scorse settimane era stata persino data alle fiamme. (PalermoToday)

Su altri media

Ottenuto il ruolo, la docente dovrà trascorrere cinque anni nella scuola di titolarità senza poter chiedere trasferimento alcuno. Ma di fronte al vincolo quinquennale, c’è poco da fare. (Oggi Scuola)

– A settembre la scuola ritorna in presenza. Al via gli esami di terza media. E già oggi sono iniziati gli esami di terza media nei territori in cui la scuola è terminata sabato (Quotidiano online)

Ci si concentrerá su come i docenti programmano gli obiettivi per i loro DEBATERS e stabiliscono regole e comportamenti per lo ‘scaffolding’ dell’intero Debate. Il corso. Su questi argomenti il corso Il debate in lingua inglese, in programma dal 9 giugno, a cura di Silvana Pirruccello. (Tecnica della Scuola)

Accorpamento classi al Paladini, parte la protesta dei genitori; raccolte 183 firme

E’ quanto emerge dalla prima indagine pilota sulla povertà educativa digitale realizzata da Save The Children che ricorda, dati Istat, come il livello della povertà assoluta tra i minorenni nel 2020 abbia raggiunto il top dal 2005: in Italia sono un milione e 346 mila (13,6%), +209mila sul 2019. (L'Unione Sarda.it)

Elena Boni a sostegno della propria protesta ha raccolto le firme di tutti i 183 genitori degli alunni delle attuali terze classi Una prospettiva che ha suscitato la protesta dei genitori, in particolare dopo un anno e mezzo di emergenza covid che ha pesantemente penalizzato proprio gli studenti. (NoiTV - La vostra televisione)

La scuola dell’infanzia, nonostante la pandemia, è sempre rimasta aperta anche se fra mille difficoltà e rischio contagi. In questo caso sarà l’insegnante a descrivere la situazione dell’allievo e a predisporre la relazione finale dell’allievo di scuola dell’infanzia (Informazione Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr