The Italian Sea Group vola nel giorno del debutto all'Mta

Milano Finanza ECONOMIA

Nel giorno dell'avvio delle negoziazioni sul segmento Mta di Borsa Italiana ha aperto a quota 5,40 euro, con un progresso del 10,2% rispetto al prezzo di collocamento a 4,9 euro.

L'attuale prezzo presuppone una capitalizzazione di oltre 280 milioni di euro.

Gc Holding, controllata dallo stesso Costantino, rimarrà primo azionista con il 62,6% del capitale

Al momento viaggia a quota 5,363 euro, in rialzo del 9,45%. (Milano Finanza)

La notizia riportata su altri media

In fase di collocamento The Italian Sea Group ha raccolto 88,2 milioni di euro, escludendo il potenziale esercizio dell’opzione di over-allotment. “Il traguardo raggiunto con l’ingresso in Borsa mi rende estremamente orgoglioso ed è la dimostrazione del nostro costante impegno, professionalità e passione (Finanzaonline.com)

Tra i titoli in evidenza:. Proseguono gli acquisti sui bancari con Banco Bpm (MI: ) in rialzo dell'1,4% e Unicredit (MI: ) dell'1,1%. Al contrario WIIT risente del collocamento di azioni, pari al 7,9% del capitale, e perde oltre il 10% allineandosi al prezzo del placement (Investing.com)

Ilal momento dell'ammissione è del 22,5% e ladi mercato all'IPO è pari a 260 milioni di euro (con prezzo di offerta pari a 4,9 euro per azione) (Teleborsa) - "Il traguardo raggiunto con l'ingresso in Borsa mi rende estremamente orgoglioso ed è la dimostrazione del nostro costante impegno, professionalità e passione. (Teleborsa)

The Italian Sea Group debutta a Piazza Affari col vento in poppa: il titolo balza del 9%

The Italian Sea Group in Borsa col botto (+10,2%) 8 Giugno 2021 di Redazione. Debutto col botto a Piazza Affari per Italian Sea Group, operatore globale della nautica di lusso, attivo nella costruzione e refit di motoryacht e navi fino a 100 metri, che ha aperto oggi il primo giorno di negoziazioni sul segmento Mta di Borsa Italiana a quota 5,40 euro, con un rialzo del 10,2% rispetto al prezzo di collocamento a 4,9 euro. (Pambianconews)

L'ammontare complessivo dell'Offerta, comprensivo della Facoltà di Incremento e dell'ulteriore over-allotment, è pari a circa 97 milioni di Euro. (ilmessaggero.it)

L’imprenditore Giovanni Costantino, presidente e fondatore di The Italian Sea Group resta l’azionista di controllo, mentre due sono gli anchor investor in evidenza: Alychlo Nv, societa’ di investimento dell’imprenditore Marc Coucke, e la maison Giorgio Armani, che hanno investito, singolarmente, rispettivamente circa 26 milioni (pari a circa il 10% del capitale sociale di The Italian Sea Group), e circa 13 milioni (pari a circa il 4,99%). (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr