Sconto carburanti: per l'Unione Nazionale Consumatori è insufficiente

Money.it ECONOMIA

Stando alle dichiarazioni del Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, la manovra del governo non è sufficiente a tutelare gli italiani, la proposta da loro avanzata prevedeva un ulteriore sconto di 10 centesimi per il gasolio e una riduzione dell’IVA.

La scorsa settimana il MISE dava un prezzo medio della benzina di 2,063 euro al litro, poco meno quello del gasolio a circa 2 euro al litro.

Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori ha dichiarato: “Sconto insufficiente e inadeguato a quella che oramai è un’emergenza nazionale!

Sconto carburanti insufficiente?

Sconto carburanti dal governo arriva una nuova boccata di ossigeno. (Money.it)

Ne parlano anche altri giornali

Proprio per questo il Governo ha deciso di prorogare la misura: il taglio delle accise resterà in vigore fino al 2 agosto salvo proroghe dell’ultima ora. La misura, infatti, non ha frenato i prezzi impazziti (InvestireOggi.it)

Caro carburante, prorogato fino al 2 agosto lo sconto di trenta centesimi. Ma intanto, il prezzo di benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione, nella maggior parte dei distributori della Bassa e del Cremasco è fisso oltre i due euro. (Prima Treviglio)

Ma per i consumatori la misura non basta ad affrontare quella che ormai - denunciano in coro - è una vera e propria emergenza prezzi, che continuano a stazionare sopra i 2 euro al litro. Provvedimento bocciato anche da Assoutenti, perplesso sulla data di scadenza della proroga: "non si capisce perché il taglio delle accise debba valere solo fino al 2 agosto, considerato che nell'intero mese di agosto si concentrano le partenze degli italiani per le vacanze estive, e quindi la misura andava prorogata almeno fino a settembre", osserva il presidente Furio Truzzi (Dueruote)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr