Le Foche sul Covid: «Improbabile che riparta, la normalità è vicina»

Le Foche sul Covid: «Improbabile che riparta, la normalità è vicina»
Corriere della Sera SALUTE

Perché la terza dose agli over 60?

Il vaccino antinfluenzale è consigliato comunque». L’Italia sta riaprendo, professor Francesco Le Foche, immunologo, possiamo stare tranquilli?

La terza dose è utile per prevenire.

Ma se ormai il Covid si cura perché fare la terza dose?

di Virginia Piccolillo. L’immunologo Francesco Le Foche: «Con l’85% di vaccinati si può dire basta al metro di distanza.

(Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Visto che i giovani hanno interpretato che il vaccino è l’equivalente della libertà, si stanno vaccinando per poter tornare a gestire la propria vita. Ne è particolarmente convinto Francesco Le Foche: “Ora possiamo dirci più tranquilli, dato che l’85% delle persone si è vaccinato. (Money.it)

I dati dell’Agenzia della salute per la settimana dal 6 al 12 ottobre evidenziano un tasso di incidenza di 0,15 per mille abitanti, quindi basso. Il numero di Comuni con 0 (zero) casi incidenti (comuni con colore bianco nella mappa) negli ultimi sette giorni è pari a 168 (69,1%) contro i 164 (67,5%) della scorsa settimana e i 156 (64,2%) di due settimane fa. (MyValley.it)

I nuovi casi di infezione sono 223 su oltre 19mila tamponi nelle ultime 24 ore, età media 47 anni. Pressochè stabile il numero dei malati Covid ricoverati negli ospedali. (ilmattino.it)

Le Foche “Covid? A gennaio rivedremo la luce”/ “Anche i bimbi devono vaccinarsi”

E visto che i giovani hanno interpretato che il vaccino è l’equivalente della libertà, si stanno vaccinando per poter tornare a gestire la propria vita. Credo che ai primi di gennaio potremo tornare a riveder la luce” e “continuando su questa linea è molto improbabile” che il contagio da Covid riprenda forza. (MeteoWeb)

Leggi anche > Green Pass, stop a ferie e contributi a chi è senza. Ribadisce poi l'importanza della terza dose anche se la situazione sembra ormai gestibile spiegando: «Non abbiamo ancora una terapia definitiva. (leggo.it)

E anche le donne in gravidanza devono vaccinarsi, dal terzo mese in su. Continuando su questa linea è molto improbabile che il virus riprende”, indicando il mese di gennaio 2022 come il probabile ritorno alla vera normalità. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr